Francesco Senese e André Gallo nell’opera omnia di Gabriel Fauré per violino e pianoforte. In edicola con la rivista Amadeus. Il 14 luglio dal vivo a Gravedona.

Incredibile lavoro del direttore artistico del Festival Musica sull’Acqua Francesco Senese e André Gallo che hanno realizzato un CD con l’opera omnia di Gabriel Fauré per violino e pianoforte, risultato della grande passione per la musica e per il proprio lavoro.

Lo si trova in edicola con la rivista Amadeus, una registrazione inedita, una raffinata e ispirata lettura delle Sonate op. 13 e op. 108, della Berceuse op. 16, della Romance op. 28, dell’Andante op. 75 e del Morceau de Lecture.

La sera del 14 Luglio, durante il Concerto Notturno nella bellissima chiesa di S.Maria del Tiglio a Gravedona, avremo la fortuna di ascoltare dal vivo il  lavoro!

Il backstage realizzato durante le registrazioni – la parte audio è curata da Daniel Comploi e i pianoforti sono curati da Fabio Angeletti – è oggi un video dal titolo Romance, racconto di suoni, colori e immagini. Guardalo qui

 

CONCERTO DI PASQUA CON LO STABAT MATER E PROTAGONISTI D’ECCEZIONE. IL 18 MARZO A VILLATICO (LC)

Dopo la folgorante e bellissima esperienza della scorsa edizione, Sara Mingardo, cantante di fama mondiale, ha espresso il suo più grande apprezzamento e vivo desiderio di tornare a far musica con l’Orchestra Giovanile del Festival, in occasione della Pasqua, con uno dei brani più rappresentativi di questo periodo dell’anno liturgico, lo Stabat Mater di Giovanni Battista Pergolesi, capolavoro del ‘700 italiano, insieme al soprano Martina Loi.

Oltre a quest’opera l’Orchestra Giovanile del Festival affronterà due splendide pagine del repertorio barocco, come la Suite per flauto dolce e archi in la minore TWV aa 55 di Georg Philipp Telemann e la Suite per flauto e archi in si minore BWV 1067 di Johan Sebastian Bach, insieme a Mattia Petrilliflautista dell’Orchestra Mozart e docente presso la Scuola Sperimentale di Musica “R.Goitre” di Colico, e Federico Gossi, giovane talentuoso allievo della Scuola.

Questo progetto rappresenta un punto di eccellenza per il nostro territorio che grazie ai suoi giovani, impegnati in un percorso di crescita attraverso la musica, si può fregiare di eventi che raggiungono vette espressive di altissimo livello, vista la presenza straordinaria di musicisti di riferimento e respiro mondiale. Questa opportunità è resa possibile dal rapporto privilegiato che da anni il Festival “Musica sull’Acqua” sviluppa con numerosi artisti, attraverso un percorso di creazione e produzione musicale di primissima qualità, riconosciuta ormai in tutta Europa.

L’appuntamento pasquale è il preludio ai progetti orchestrali estivi che porteranno a Colico molti giovani provenienti da varie province italiane, nazioni europee, così come dal Sud America, in particolare da Venezuela e Colombia.
Guidati da solisti e prime parti di orchestre, tra le più importanti al mondo, apriranno il Festival “Musica sull’Acqua” 2018.

Concerto di Pasqua

Domenica 18 marzo 2018 ore 17
Colico 
Chiesa di San Bernardino – Villatico

Martina Loi – soprano
Sara Mingardo – contralto
Mattia Petrilli – flauto
Federico Gossi – recorder
Orchestra Giovanile del Festival “Musica sull’Acqua”
Francesco Senese – maestro concertatore

G. P. Telemann

Suite per recorder e archi in la minore TWV aa 55

J. S. Bach

Suite per flauto e archi in si minore BWV 1067

G. B. Pergolesi

“Stabat Mater” per soprano, contralto e archi

Sara Mingardo a Musica sull’Acqua

Ogni anno il Festival Musica sull’Acqua richiama a Colico musicisti di fama internazionale che si esibiscono in concerti unici, spesso suonando con giovani musicisti e allievi della Scuola di Musica Goitre.

Fedeli alla tradizione, quest’anno abbiamo chiamato sulle rive del Lago di Como Sara Mingardo eccelso contralto celebre in tutto il mondo e vincitrice, tra i vari premi, di un Gramophone Award e due Grammy Awards. Potrete ascoltare Sara, in concerto con l’Orchestra Giovanile del Festival, il 15 luglio 2017 in uno straordinario concerto notturno nella Chiesa di Santa Maria del Tiglio, a Gravedona. Il programma prevede brani del barocco italiano, con musiche di Monteverdi, Biagio Marini, Andrea Falconiero, Marco Uccellini, Giovanni Salvatore e Francesco Cavalli. Insieme a Sara Mingardo e all’Orchestra Giovanile si esibiranno Francesco Senese (violino), Socrate Verona (violino), Simone Briatore (viola), Chiara Ludovisi (viola), Kerem Brera (violoncello), Daniele Carnio (contrabbasso), Giorgio Dal Monte (clavicembalo) e Marco Baronchelli (liuto).

I biglietti sono disponibili online contribuendo alla campagna di crowdfunding di Musica sull’Acqua cliccando qui
Da 35 euro in su è possibile assicurarsi i biglietti per la serata in postazione VIP; è possibile pagare via carta di credito, paypal e bonifico bancario. Data la scarsità di posti disponibili consigliamo caldamente la prevendita! I biglietti rimasti saranno venduti in cassa la sera stessa dell’evento.

Dettagli:
Sabato 15 luglio ore 22.30
Gravedona, Chiesa di S. Maria del Tiglio

Tutte le novità dell’edizione 2017 #COSTELLAZIONI

Si aprirà l’1 luglio la nuova edizione, la tredicesima, del Festival Internazionale Musica sull’Acqua che fino al 22 luglio si terrà come di consueto nei luoghi più suggestivi intorno al lago di Como: dall’Abbazia di Piona a Colico alla Chiesa di Santa Maria del Tiglio a Gravedona.

L’edizione 2017 del Festival si intitola #COSTELLAZIONI e propone un programma di opere appartenenti a un unico sistema sonoro, che si influenzano e si riflettono le une nelle altre come le stelle e i pianeti del sistema solare. Il titolo prende spunto dalla rara esecuzione, in programma all’interno del Festival, della suite per due pianoforti de I pianeti di Gustav Holst, con le originali azioni sceniche del Corpo Mimico del Festival, guidato da Tony Lopresti. Tanti gli incontri, con i caffè del Festival, i laboratori creativi degli atelier per i più giovani, e i concerti con alcuni dei più riconosciuti interpreti di livello internazionale, presenze ormai abituali della rassegna, come i pianisti Michail Lifits, Andrea Rebaudengo, Enrico Pace, il violista Simone Briatore e il celebre contralto Sara Mingardo
Qui tutti i dettagli del programma

Altra novità di quest’anno è la campagna di crowdfunding: è infatti possibile sostenere il Festival sulla piattaforma produzionidalbasso.com. Chi aderisce contribuisce in prima persona, in maniera determinante, a sostenere gli Atelier per i ragazzi. “Quella degli Atelier è un’attività ormai consolidata – spiega Francesco Senese direttore artistico del Festival – e negli ultimi anni è cresciuta molto diventando sempre più importante: la gestione è sempre più complessa e i costi più corposi, ecco perché da quest’anno è possibile sostenere il progetto grazie a una specifica campagna”. In questo modo sarà possibile retribuire gli artisti che terranno i laboratori, acquistare i materiali necessari a svolgere le attività e coprire i costi per l’allestimento degli spettacoli che verranno realizzati durante il periodo del festival.
In base al sostegno, con un minimo di 15 euro fino a un massimo di 1.000, si diventa sostenitori a diversi livelli (ogni fascia prende il nome da un pianeta – Luna, Mercurio, Venere, Marte, Giove, Saturno, Elios); diverse e numerose anche le forme di “ricompensa”, dal ringraziamento sul libretto generale del Festival, a un video inedito di una passata edizione del Festival con Cristina Zavalloni e Andrea Rebaudengo, all’omaggio di uno o più biglietti per i concerti in programma, sconti sugli altri appuntamenti della manifestazione e gadget del Festival. Sono inoltre disponibili anche dei pacchetti turistici studiati appositamente per il Festival che abbinano la possibilità di assistere a uno o più concerti in programma al pernottamento presso alcune strutture convenzionate e a percorsi guidati attraverso le meraviglie che offre il territorio.
Per scoprire la campagna e contribuire, clicca qui