L’incontro degli artisti del Festival Musica sull’Acqua con gli allievi della Scuola Sperimentale di Musica “Roberto Goitre” ha permesso di creare un rapporto privilegiato tra le due realtà, rendendo possibile una collaborazione che ha portato allo sviluppo di un iter didattico di primissimo livello all’interno del progetto Atelier del Festival Musica sull’Acqua.

Da questo lavoro di ricerca e approfondimento è nata quindi l’idea di attivare delle Masterclass Internazionali di perfezionamento strumentale e orchestrale che riuniscano giovani musicisti professionisti provenienti da tutta Italia ed Europa per un percorso individuale di alto perfezionamento strumentale con alcuni degli artisti presenti al Festival. Questo programma si combina e si arricchisce in vari momenti dell’anno grazie alla collaborazione con i progetti speciali degli Atelier.

Il senso di profonda responsabilità di un insegnante nei confronti dell’allievo, dell’allievo con se stesso e con musicisti di generazioni più giovani, vuole essere alla base del messaggio che viene comunicato in questi incontri presso la Scuola Sperimentale di Musica di Colico.

Un ambiente privilegiato dove poter apprendere, riscoprire le proprie attitudini e capacità di ascolto condividendole con i più grandi ma anche i più piccoli, attraverso un percorso di lezioni individuali e sessioni di musica d’insieme dove musicisti di varie età e formazioni possano insieme trovare un dialogo e un nuovo risultato di altissimo livello musicale, pedagogico e sociale.

Masterclass 2018

Il progetto 2018 prevede un percorso di lezioni individuali e di gruppo volto all’approfondimento degli aspetti tecnici interpretativi dello strumento e alla preparazione di repertorio solistico, cameristico così come del repertorio per audizioni orchestrali.

Docenti
Francesco Senese violino
Mattia Petrilli  flauto
Anton Dressler clarinetto
Roberto Armocida saxofono

Programma

  • repertorio solistico, cameristico e passi orchestrali a scelta dell’allievo
  • simulazioni di audizioni per orchestra
  • esibizioni pubbliche con la partecipazione di tutte le classi strumentali

Sessioni
Il progetto Masterclass prevede 4 percorsi di studio suddivisi per durata di partecipazione, ogni sessione prevede 2 lezioni da 1 ora ciascuna.
Prima sessione:

3 – 4 febbraio 2018 (clarinetto)
10 – 11 febbraio 2018 (violino, flauto, saxofono)

Seconda sessione:  10 – 11 marzo 2018
Terza Sessione: 14 – 15 aprile 2018
Quarta sessione: 12 – 13 maggio 2018
Quinta sessione: 9 – 10 giugno 2018

Data di scadenza presentazione domande e pagamento iscrizione: 25 gennaio 2018
Iscrizione: €50 (pagamento da effettuarsi al momento dell’iscrizione)

Quote di partecipazione:
Percorso 1 € 100 quota di partecipazione a 1 sessione
(da effettuarsi il primo giorno di corso)

Percorso 2 € 300 quota di partecipazione a 3 sessioni
(da effettuarsi il primo giorno di corso)

Percorso 3 € 600 quota di partecipazione a 6 sessioni
(da effettuarsi il primo giorno di corso)

Percorso 4 € 900 quota di partecipazione a 9 sessioni
(da effettuarsi il primo giorno di corso)

Periodi Sessioni
I periodi di partecipazione sono concordabili a seconda delle esigenze della maggior parte degli allievi.
I corsi si terranno nei giorni di sabato e domenica. È possibile durante lo svolgimento della Master Class aumentare il numero di sessioni senza il pagamento di un’ulteriore quota di iscrizione. Le date per il secondo semestre verranno trasmesse successivamente.

Ammissione e partecipazione al corso libera. In caso di grande affluenza selezione in ordine di ricevimento delle domande.

Informazioni: info@scuolamusicagoitrecolico.it | info@festivalmusicasullacqua.org

MODULISTICA

Per partecipare alle Masterclass è necessario scaricare e firmare i seguenti documenti:

– regolamento (clicca qui per la versione ITALIANA, click here for the ENGLISH version)

– scheda di iscrizione (clicca qui/click here)

I Docenti

FRANCESCO SENESE

Membro della Lucerne Festival Orchestra e Assistant Concertmaster dell’Orchestra Mozart di Bologna su invito di Claudio Abbado, ha suonato sotto la direzione di Diego Matheuz con l’Orchestra Simon Bolivar e si è esibito da solista con varie orchestre fra cui la Human Rights Orchestra diretta da Alessio Allegrini e i Cameristi della Scala. Ha suonato come solista con l’Orchestra Mozart insieme a musicisti come Isabelle Faust, Raphael Christ, Danusha Waskiewicz ed Alois Posh. La sua passione per l’insegnamento lo ha portato fin da giovanissimo a insegnare presso la Scuola Sperimentale di Musica “R. Goitre” di Colico dove ha iniziato i suoi studi musicali. In segno di profonda riconoscenza per l’istruzione musicale ricevuta, nel 2005, ventesimo anniversario dalla fondazione della Scuola ha voluto fondare un Festival di musica da camera che fosse un punto di riferimento per i bambini e i giovani della regione del Lago di Como. È da allora direttore artistico del Festival “Musica sull’Acqua” di Colico, suo paese natale.

È uno dei membri fondatori e primo violino del Kaleido Ensemble ed è primo violino e membro fondatore del Quartetto Matamoe con cui ha debuttato allo Stradivari Festival di Cremona nel 2014. Ha insegnato, su invito di Claudio Abbado e Diego Matheuz, per il Sistema delle Orchestre Giovanili ed Infantili del Venezuela fondato da José Antonio Abreu, tenendo masterclass per i giovani musicisti di Caracas e Barquisimeto.

MATTIA PETRILLI

Si diploma giovanissimo presso il Conservatorio della sua città, Como. Si perfeziona con János Bálint, Jacques Zoon, Emmanuel Pahud e Aurele Nicolet.
Dal 2016 ricopre la posizione di Stellv. Solo Floete presso gli Essener Philharmoniker. Dal 2005 e’ membro dell’Orchestra Mozart, fondata e diretta da Claudio Abbado; ha ricoperto il ruolo di primo flauto nella Gustav Mahler Jugend Orchester (2006/08) e nella Symphonica Toscanini, viene costantemente invitato come Primo Flauto dalle migliori orchestre europee (London Philharmonic Orchestra, Bamberger Symphoniker, Swedish Radio Symphony Orchestra, Bergen Philharmonic Orchestra, BBC National Orchestra of Wales, Orchestra della Svizzera Italiana, Camerata Salzburg, Ensemble Les Dissonances, Orchestra Sinfonica di Tenerife, Teatro dell’Opera di Firenze, Orchestra da Camera di Mantova, Teatro Carlo Felice di Genova, Teatro Regio di Torino…), collabora assiduamente con l’Orchestra del Festival di Lucerna e la Mahler Chamber Orchestra, sotto la guida dei più grandi direttori (Claudio Abbado, Blomstedt, Bruggen, Chung, Gardiner, Gatti, Harding, Haitink, Heras-Casado, N. Jarvi, V. Jurowski, Kuhn, Maazel, Masur, Nelsons, Pinnock, Salonen, Ticciati, etc), e collaborando con i più celebri musicisti del panorama internazionale (Andsnes, Argerich, Brendel, Buchbinder, Capucon, Carmignola, Dindo, Faust, Grimal, Grimaud, Gutman, Hampson, Jansen, Kavakos, Lonquich, Lupu, Mullova, Netrebko, Pires, Repin, Tetzlaff, Wang, etc).
Intensa l’attività concertistica: come camerista collabora con l’Überbrettl-Ensemble, nel 2005 forma il Quintetto Fiati Papageno, con cui incide per Amadeus. Viene invitato da prestigiosi enti e festival in Italia e all’estero (Bologna Festival, Lingotto Musica, Stresa Festival, MiTo, Gioventù Musicale Italiana, Teatro Verdi di Trieste, Teatro Grande di Brescia, Accademia Filarmonica di Bologna, Festival di Portogruaro, Lucerne Festival, Septembre Musicale di Montreux, Theater Ulm, Schlosstheater Fulda, Festival de Lucena e Festival Arte no Camino, ecc). Da solista si esibisce con l’Orchestra Verdi di Milano, la Detmolder Kammerorchester, l’Orchestra Rumena “R.Valcea”, l’Orchestra 1813.
Professore invitato presso l’Hochschule di Detmold, il Conservatorio Nicolini di Piacenza, il Conservatorio di Bratislava, il Conservatorio Superiore di Saragozza, la Soochow University di Suzhou (Cina) e l’Associazione Al Kamandjati (Ramallah), dal 2013 tiene corsi estivi di perfezionamento a Varese, Piacenza e Corciano (Perugia).
È nel team di insegnanti del network internazionale “Play With A Pro”.
Nel settembre 2014 è tra i vincitori del prestigioso “Nicolet International Flute Competition”.

ANTON DRESSLER

Anton Dressler si è esibito in tutta Europa, Israele, Usa e Taiwan suonando con musicisti come Misha Maisky, Jean-Yves Thibaudet, Julian Rachlin, Boris Petrushansky, Itamar Golan, Bruno Canino, Pavel Vernikov, Moni Ovadia, Ingrid Fliter, ed ensemble come il Quartetto Szymanowsky, il Giovane Quartetto Italiano, il Quartetto di S. Pietroburgo, la Piccola Sinfonica di Milano e l’Orchestra da Camera di Mosca. È stato ospite del Festival Dei Due Mondi di Spoleto, Festival dell’Isola d’Elba, Aspen Festival, Festival Musica sull’Acqua, Suoni dei Dolomiti, Portogruaro Festival, Mittelfest Festival, Emilia-Romagna Festival, Da Bach a Bartók, Colmar Festival e Homecoming. È uno dei fondatori del gruppo da camera “Kaleido Ensemble” e partecipa a progetti di musica “crossover” e klezmer. Nei suoi concerti usa anche elementi di live electronics, passione che lo ha portato a espandere le capacità dello strumento e a sviluppare nuovi programmi. Diversi compositori gli hanno dedicato la loro musica. Come primo clarinetto collabora, fra le tante orchestre, con I Pomeriggi Musicali, l’Orchestra da Camera di Padova e del Veneto, l’Orchestra da Camera di Mantova, l’Orchestra Sinfonica di Savona. Ha inciso per Atopos (Italia), Russian Seasons (Russia), Chryston (Giappone) e Quartz (Inghilterra). Nel 2014 assieme al pianista Andrea Rebaudengo ha registrato il cd “Due all’Opera” per l’Università Bocconi.

ROBERTO ARMOCIDA

È diplomato con il massimo dei voti la lode e menzione in Sassofono al Conservatorio “San Pietro a Majella” di Napoli nella classe di Francesco Salime. Si è successivamente perfezionato frequentando numerose masterclass con Arno Bornkamp, Jean Yves Fourmeau e con Claude Delangle. Svolge un’intensa attività concertistica sia da solista che in formazioni da camera. È vincitore di numerosi concorsi nazionali ed internazionali. Dal 2006 è componente del Quartetto di Sassofoni “F. Salime” e del Salime Saxophone Sextet “Francesco Salime” con il quale ha rappresentato l’Italia al I meeting europeo di ensemble di sassofoni svoltosi a Berlino nel 2003. Dal 2003 collabora con l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, con l’Orchestra del Teatro Massimo Bellini di Catania, con l’Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli e della Nuova Orchestra Scarlatti. Dal 2005 è scelto da Roberto De Simone come primo sassofono di tutti i suoi spettacoli teatrali.

È membro del “Carboneria Sax Ensemble”, dell’Ensemble di musica contemporanea “G.E.R.M.I.”, ed è fondatore dell’HOT SAXOPHONE QUARTET. Nel mese di luglio 2012 ha preso parte al XVI Congresso Mondiale del Sassofono tenutosi prestigiosa Università di St. Andrews, in Scozia, suonando insieme a Victor Morosco, sassofonista di fama internazionale. È stato docente di sassofono al Conservatorio di Cosenza presso la sede staccata di Crotone. Insegna Sassofono nelle scuole medie ad indirizzo musicale. Dal 2011 Roberto Armocida è endorser “Buffet Crampon Paris”.