Clemens Hagen

Clemens Hagen viene da una famiglia di musicisti di Salisburgo e inizia a suonare il violoncello a sei anni. A otto anni viene ammesso al Mozarteum di Salisburgo, proseguendo poi al  Conservatorio di Basilea. Tra i suoi insegnanti ci sono Wilfried Tachezi e Heinrich Schiff.

Nel 1983 riceve il premio speciale dei Wiener Philarmoniker e il Premio Karl Böhm.  Da solista ha suonato con i Berliner Philharmoniker, i Wiener Philharmoniker, Wiener Symphoniker, Royal Concertgebouw Orchester, la Deutsche Kammerphilarmonie, la Chamber Orchestra of Europe e la Cleveland Orchestra con direttori come N. Harnoncourt, C. Abbado, D. Harding, Z. Kocsis, S. Végh e F. Welser-Möst.

E’ membro fondatore del Quartetto Hagen, con cui fa concerti da più di trent’anni e ha registrato più di 45 CD per Deutsche Grammophon. Ha inoltre collaborato con L. Kavakos, G. Kremer, C. Tetzlaff, M. Vengerov, T. Zimmermann, L.O. Andsnes, M. Argerich, H. Grimaud, E. Kissin, M. Uchida e S. Meyer.

Nel 2003 è membro della Lucerne Festival Orchestra. Con Paul Gulda e Stefan Vladar ha registrato diverse opere per violoncello e pianoforte di Beethoven e Schumann.

Ha registrato con la 1B1 Orchestra sotto la direzione del maestro Jan Bjoranger i Concerti di Haydn e il primo Concerto di Shostakovich per Simax Classics.

Insegna dal 1988 presso l’Università Mozarteum di Salisburgo, dove è Professore di violoncello e musica da camera.  Suona un violoncello di Antonio Stradivari del 1698.