Ensemble Recoveco

Recoveco, nome spagnolo molto utilizzato dai letterati come metafora, descrive un piccolo sentiero con deviazioni imprevedibili, un corridoio o un ruscello, o anche un luogo nascosto.

Descrive anche l’artificio utilizzato da qualcuno per giungere ad un fine. È anche il nome con cui il compositore e mandolinista venezuelano Cristóbal Soto ha battezzato questo ensemble, creato da lui stesso a Parigi nel 1996 insieme al violinista venezuelano Alexis Cárdenas, al bassista e compositore colombiano Nelson Gómez e al chitarrista e compositore colombiano Francisco González.

RECOVECO è diventata così la sigla dell’incontro musicale tra Venezuela e Colombia.

Da allora gli artisti facenti parte dell’ensemble Recoveco girano il mondo per interpretare la loro musica così particolare, nella quale coabitano armoniosamente la sottigliezza della tecnica strumentale accademica, il virtuosismo che sgorga liberamente dalle loro improvvisazioni e la sensualità propria delle arie tradizionali latinoamericane.

Il quartetto è composto da Alexis Cárdenas al violino, Leonidas Rondón al cuatro, Nelson Gómez al guitarron, Francisco González alla chitarra.