Edizione 2024 → Dal 5 al 28 Luglio

T +39 3505295856

M. biglietteria@festivalmusicasullacqua.org

Gli Artisti del festival

Scopri tutti i protagonisti

Scopri i protagonisti dei laboratori artistici e dei concerti di musica classica dell’edizione del festival di quest’anno.

Tomoko Akasaka

GIAPPONE

Durante e dopo aver vinto numerosi premi, tra cui il 1° premio al 12° concorso di musica classica del Giappone e il 3° premio al 53° concorso internazionale di musica ARD, Akasaka si è esibita come solista e musicista da camera in tutto il mondo.

Come solista, si è esibita con orchestre tra cui la Bayerischen Rundfunks, la Münchener Kammerorchester, l’Orchestre de chambre de Genève, la Kremerata Baltica, la Venezuela Symphony Orchestra, la Slovenian Philharmonic Orchestra e la Japan Symphony Orchestra sotto la direzione di direttori come Seiji Ozawa, Johannes Kalitzke, Raman Kofman, Kazuki Yamada, Douglas Boyd, tra gli altri…

Continua a leggere
La serie di recital a Ginevra e Tokyo è stata trasmessa dalla Swiss Romande e dalla NHK-TV.

Le sue collaborazioni artistiche come musicista da camera includono il lavoro con Mstislav Rostropovich, Daniel Hope, Gidon Kremer, Philippe Jaroussky, Micha Meisky, Patricia Kopatcinskaja, il Quartetto Ebéne, il Quartetto di Gerusalemme, il Quartetto Kuss, in festival musicali internazionali come il Festival di Salisburgo, il Festival di Lockenhaus, il Bad-Kissingen Sommer, il Mecklenburg Vorpommern, i BBC Proms, il Festival Saito-Kinen, il Festival di Lucerna, il Festival di Verbier, il Festival di Kronberg, il Festival di Rio de Janeiro, la Schubertiade, ecc.

Tomoko Akasaka si è esibita in sedi concertistiche come il Concertgebouw di Amsterdam, il Konzerthaus e la Philharmonie di Berlino, l’Elbphilharmonie di Amburgo, la Royal Albert Hall e la Wigmore Hall di Londra, il Konzerthaus di Vienna, la Tonhalle di Zurigo, la Suntory Hall di Tokyo, il Schloss Nymphenburg di Monaco, il Grand Theater di Shanghai, e il National Centre for the Performing Arts di Pechino, il Victoria Hall di Ginevra.

Tomoko Akasaka ha studiato con Nobuko Imai, per la quale ha lavorato come assistente professore presso il Conservatorio di Musica di Ginevra. Inoltre, la signora Akasaka ha lavorato come professore ospite al Conservatorio di Neuchâtel. Attualmente ricopre la posizione di professore di viola presso la Musikhochschule di Münster.

Gilles Apap

ALGERIA

Definito da Yehudi Menuhin ’’un vero violinista del 21° secolo’’, Gilles è noto per il virtuosismo multiforme, il singolare approccio alla musica e la capacità di portare gioia in ogni sala da concerto. Presenta performance originali del repertorio classico standard combinato con generi come il jazz e il folk da tutto il mondo e il risultato è un approccio unico che fonde diversi stili musicali.
Nato in Algeria da una famiglia francese, Gilles ha iniziato a suonare in tenera età e ha intrapreso gli studi in Francia. Successivamente, si è trasferito in America e ha proseguito la formazione musicale al Curtis Institute, decidendo di stabilirsi così in California. Fin dagli esordi della carriera ha voluto allontanarsi dai vincoli dell’industria musicale internazionale, cercando la sua strada oltre le convenzioni e le aspettative legate a una carriera commerciale…

Continua a leggere
Da solista Gilles ha suonato con alcune tra le principali orchestre, ricordiamo: Leipzig Gewandhaus, San Francisco Symphony Orchestra, Vancouver Symphony Orchestra, ElbPhilharmonie Hamburg, Boston Philharmonic, Berliner Symphoniker, Russian National Philharmonic, Israel Philharmonic. Spesso si esibisce sia dirigendo che suonando in un lungo elenco di concerti per violino.
Con il suo quartetto ‘The Colors of Invention’ (violino, fisarmonica, contrabbasso e cimbalom), Gilles presenta musica da camera fondendo brani classici di Vivaldi, Ravel e Bartok con melodie folk tradizionali. La band Etno Jazz ‘Meduoteran’ (violino, fisarmonica e sax) è uno dei suoi progetti più recenti che lo vede impegnato a esibirsi in numerosi festival Jazz e folk in tutta Europa. ‘The Transylvanian Mountain Boys’ è un’altra banda crossover di grande successo che lui ha formato. Insieme si esibiscono in tutto il mondo e hanno pubblicato 3 CD per Sony Classical. È stato inoltre direttore artistico della Nordic Chamber Orchestra fino alla stagione 2017/2018.
Gilles, ha anche collaborato con il violinista celtico Kevin Burke, il violinista indiano Dr. L. Subramanian, il violinista rom Roby Lakatos, il violinista jazz Didier Lockwood e la ballerina di flamenco contemporaneo Belen Maya.
Oltre ai concerti, Gilles è molto impegnato in attività di formazione con una filosofia di insegnamento fortemente connessa alla diversità culturale e alla libertà di interpretazione attraverso l’improvvisazione, come ha riflettuto Ariana Todes, ex direttore di The Strad, in un’intervista ad agosto evidenziando questi aspetti eclettici della sua carriera.
Dopo aver partecipato al Concorso Internazionale Menuhin nel 1985, Gilles ha stabilito un sodalizio duraturo con Yehudi Menuhin. Insieme hanno lavorato sulla leggendaria cadenza del Terzo Concerto per Violino di Mozart, che è stato filmato e diretto da Bruno Monsaingeon. Famoso per i documentari su Gould, Richter e Oistrakh, Monsaingeon ha diretto altri due film su Gilles Apap e sul suo modo di approcciarsi alla musica, e ha dichiarato che l’arte del violinista “rappresenta la musica al massimo grado di purezza.”

Antonio Garcia Araque

SPAGNA

Toni Garcia Araque è un contrabbassista. Nato a Barcellona. Ha iniziato i suoi studi musicali presso il Coro di Montserrat, dove è solista. Entra più tardi nel Conservatorio della sua città natale , continuando i suoi studi con Ferrán Sala e ottenendo i voti più alti . Ha approfondito i suoi studi presso la Hochschule di Vienna con Streicher Ludwig e ha seguito corsi con Franco Petracci , Rodney Slatford e Klaus Stoll. Viene premiato al Concorso per Giovani Interpreti del Ministero della Cultura.

Viene selezionato al Concorso Internazionale di Ginevra, esibendosi nell’Aula Grande del Conservatorio della città…

Continua a leggere
Toni Garcia Araque è un contrabbassista. Nato a Barcellona. Ha iniziato i suoi studi musicali presso il Coro di Montserrat, dove è solista. Entra più tardi nel Conservatorio della sua città natale , continuando i suoi studi con FERRÁN SALA e ottenendo i voti più alti .

Ha approfondito i suoi studi presso la Hochschule di Vienna con STREICHER LUDWIG e ha seguito corsi con FRANCO PETRACCI , RODNEY Slatford e Klaus STOLL .

Viene premiato al Concorso per Giovani Interpreti del Ministero della Cultura.

Viene selezionato al CONCORSO INTERNAZIONALE DI GINEVRA, esibendosi nell’Aula Grande del Conservatorio della città.

Viene anche assegnato all’International Nicanor Zabaleta of BIG VIRTUOSOS , tenutosi a San Sebastian.

Toni Garcia Araque , in campo professionale,fa parte dell’ORCHESTRA Gran Teatre del Liceu e ha ottenuto il ruolo di solista per l’ORCHESTRA NAZIONALE DI SPAGNA, che tuttora mantiene.

Si è anche esibito come solista con numerose formazioni, tra cui: SOLISTES CATALAN , SPAIN NATIONAL ORCHESTRA , ORCHESTRA SINFONICA DI BILBAO , SPAIN NATIONAL YOUTH ORCHESTRA , NATIONAL CHAMBER ORCHESTRA ANDORRA , ecc. .

Ha sviluppato gruppi di musica da camera multipla, tra i quali vanno menzionati i seguenti: FINE ARTS QUARTET, ORCHESTRA DEL CONSERVATORIO DI BARCELLONA, ANTICS ESCOLANS, MADRID CLASSIC ORCHESTRA, ORCHESTRA DA CAMERA QUEEN SOFIA, Cassadó QUARTET, CAMERA XXI, QUARTET ENESCO, QUARTET Arditi con le pianiste Katia e Maria Labèque …

Ha prodotto numerose registrazioni come solista per RNE e RTVE.

Il suo insegnamento si è sviluppato parallelamente ai suoi concerti, con corsi in tutta la geografia spagnola e Sud Americana, in Francia (Capbreton), a Londra (Guildhall Scholl), in Polonia (Wroclaw Masters Course), alla Hochschle di Saarbrucken, al Conservatorio di Parigi …

È regolarmente invitato a partecipare a concorsi con giurie internazionali di contrabbasso.

Professore al Conservatorio di Madrid e in numerosi incontri dell’Orchestra Giovanile della Comunità di Madrid, Orchestra Nazionale Giovanile di Spagna, Orchestra Giovanile dei Paesi Baschi, Orchestra Giovanile della Catalogna, Orchestra Giovanile di Murcia, Orchestra Giovanile del Mediterraneo (Francia) …

Insegna per opposizione FACOLTÀ DI MUSICA E ARTI DELLO SPETTACOLO in congedo e insegna presso la SCUOLA DI MUSICA REGINA SOFIA sin dalla sua fondazione, con il direttore LUDWIG STREICHER , poi con Zepperitz RAINER , e ora con Duncan McTier.

Roberto Armocida

FRANCIA

Vincitore di concorsi nazionali e internazionali, si esibisce come solista in orchestre sinfoniche o in ensemble di musica da camera nelle più diverse formazioni.

Dal 2003 collabora con Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli…

Continua a leggere

Vincitore di concorsi nazionali e internazionali, si esibisce come solista in orchestre sinfoniche o in ensemble di musica da camera nelle più diverse formazioni.

Dal 2003 collabora con Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli, Teatro Massimo Bellini di Catania, Nuova Orchestra Scarlatti di Napoli, Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza, Orchestra Antonio Vivaldi, sotto la direzione di direttori di fama internazionale come Yuri Temirkanov, Wayne Marshall, Ennio Morricone, Myung-Whun Chung, Diego Matheuz, Alexander Lonquich, Andrew Grams, George Prêtre, George Pehlivanian, Nicolas Brochot, Antonio Pappano, Alessandro De Marchi, Will Humburg, Michel Plasson , Benjamin Pionnier, Andrea Sanguineti, Nicola Piovani.
È componente del MACH Ensemble, insieme a musicisti come Raphael Christ, Francesco Senese, Simone Briatore, Patrizio Serino, Johanee Gonzalez, Adam Walker,Nora Cismondi, Andrea Fallico, Fredrik Ekdahl, Tomás Medina, Nabila Chajai, Felix Mendoza.
Si esibisce regolarmente con Louis Lortie, André Gallo, Michail Lifits, Andrea Rebaudengo, Francesco Senese, Benedetta Senese, Anton Dressler, Victor Morosco, Tommaso Lonquich.
Roberto Armocida è Yanagisawa Artist e Vandoren Paris Artist.

Simone Briatore

ITALIA

Simone Briatore, nato a Torino, ha conseguito i diplomi di violino, viola e composizione nella sua città di origine. Si è perfezionato con Pavel Vernikov, Adrian Chamorro, Vadim Brodski e, successivamente, con Christoph Schiller, Bruno Giuranna, Wolfram Christ e Tabea Zimmermann.

In qualità di solista con orchestra si è esibito con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, l’Orchestra Mozart diretta dal maestro Gatti, l’Orchestra Leonore di Pistoia, l’Orchestra Filarmonica di Torino…

Continua a leggere
É stato ospite di numerose istituzioni italiane come solista e camerista (Unione Musicale di Torino, Mito, Teatro della Pergola di Firenze, Gog di Genova, Società del Quartetto di Bergamo, Museo del violino di Cremona, Teatro Bellini di Catania, Società Barattelli di L’Aquila, Accademia Filarmonica di Bologna ecc.). Ha tenuto concerti in numerose formazioni da camera accanto a musicisti come Marta Argerich, Lorenza Borrani, Enrico Bronzi, Mario Brunello, Bruno Canino, Alessandro Carbonare, Giuliano Carmignola, Enrico Dindo, Ingrid Fliter, Ilya Gringolts, Ilya Grubert, Clemens Hagen, Alexander Lonquich, Andrea Lucchesini, Domenico Nordio, Enrico Pace, Mariusz Patyra, Massimo Quarta, Alexander Sitkovetsky e Pavel Vernikov.

 

Come prima viola, ha suonato con la NDR Elbphilharmonie di Amburgo, la Camerata Salzburg, l’Orchestra Mozart di Bologna, l’Orchestra del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, l’Orchestra Filarmonica del Teatro alla Scala, la Filarmonica ‘900 del Teatro Regio di Torino, la World Orchestra for Peace fondata da Georg Solti, l’Orchestra Filarmonica di Gran Canaria, l’Orchestra Leonore di Pistoia, l’Orchestra da camera di Mantova, l’Orchestra Filarmonica di Torino.

Dal 1998 al 2009 ha ricoperto il ruolo di Prima Viola nell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI e dal 2009 è Prima Viola presso l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma.

Gennaro Cardaropoli

ITALIA

Gennaro Cardaropoli è considerato uno dei migliori giovani talenti italiani di oggi e nel 2022 si aggiudica il premio “YOUNG ARTIST OF THE YEAR 2022” assegnato da una giuria di 17 membri provenienti da tutta Europa.

Il suo debutto discografico con la Warner Classics è del 2019, in coppia con il pianista Alberto Ferro. Il duo viene invitato regolarmente nelle principali stagioni cameristiche italiane…

Continua a leggere
Si esibisce come solista con l’Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano, Sinfonica Verdi di Salerno, Sinfonica Siciliana, Orchestra Sinfonica Abruzzese, Filarmonica Marchigiana, la Verdi di Milano, la Toscanini di Parma e con l’Orchestra San Carlo di Napoli. Si esibisce inoltre per il Bologna Festival, Festival di Brescia e Bergamo, Amici della Musica di Firenze, GOG di Genova, Società dei concerti di Milano, Accademia Musicale Chigiana di Siena, Società Filarmonica di Trento, Fondazione Teatro la Fenice di Venezia e per l’Unione Musicale di Torino.

Altre sale importanti che lo vedono protagonista sono Grand Théâtre de Monte Carlo, Grand Salle di León, Auditorio Nacional de Música di Madrid, Barocco Hall di Stoccolma, Musikverein di Vienna, Queen’s University.

Hall di Belfast, Philharmonie di Parigi e di Toulouse, Kaunas Symphony Hall e Lithuanian National Symphony Hall di Vilnius, Ekaterinburg Opera House, Ambasciata italiana di Berlino, Ambasciata italiana e francese di Tunisi e Ambasciata italiana di Parigi, oltre al Festival Huberman in Israele e al Festival Eurasia. Negli USA suona alla Carnegie Hall di New York, alla Philadelphia Concert Hall e al Washington Lincoln Center; con la Florida Philharmonic Orchestra si esibisce a Tampa, Orlando e Miami e con la Reno Symphony Orchestra in Nevada. Prende parte a tournée in Israele (Tel Aviv e Gerusalemme) e in Cina (Hainan, Shanghai e Pechino). 

A soli 17 anni si aggiudica il 1st Grand Prize all’Arthur Grumiaux International Violin Competition. Altri importanti riconoscimenti sono 1° Premio alla Rassegna di Vittorio Veneto, 1° Premio Solista al Concorso violinistico della Filarmonica della Scala di Milano, 1° Premio al Premio Nazionale delle Arti (promosso dal Ministero dell’Università e Ricerca Scientifica) come migliore violinista italiano, 1° posto nella diretta RAI 1 di “Uno Mattino in famiglia – Conservatori a Confronto”, 1° premio al prestigioso concorso Claudio Abbado, 1° Grand Prize al Stockholm Violin Competition e miglior solista salernitano conferitogli dall’Orchestra Sinfonica Claudio Abbado. 

Nato a Salerno nel 1997, a soli 9 anni si esibisce alla presenza di Sua Santità Papa Benedetto XVI nella sala Nervi del Vaticano in diretta Rai. Si diploma a 15 anni presso il Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino con il massimo dei voti e menzione d’onore. Successivamente si perfeziona con i Maestri Vadim Brodsky, Salvatore Accardo, Boris Belkin, Zachar Bron e Shlomo Mintz.  

Ottiene la laurea presso il Conservatorio della Svizzera Italiana con il M° Pavel Berman e attualmente studia con il Mo Silvia Marcovici. 

Insegna come docente di ruolo presso il Conservatorio “Giuseppe Martucci” di Salerno, vive a Roma e suona il violino Pietro Guarneri, Venezia 1735 ex Francisco Costa per gentile concessione della Fondazione Pro Canale di Milano. 

Giuliano Carmignola

ITALIA

La rivista Gramophone l’ha definito ‘A prince among Baroque Violinists’, le sue interpretazioni sono caratterizzate da una grande passione e approccio introspettivo ricco di fantasia e libertà.

Inizia la carriera come solista sotto la guida di direttori d’orchestra quali Abbado, Inbal, Maag e Sinopoli esibendosi nelle più prestigiose sale da concerto di Europa e del mondo.

Collabora poi con Benedetti Michelangeli, Gatti, Marcon, Hogwood, Pinnock, Bolton, Norrington, Egarr, Antonini, Dantone, Brüggen, Koopman e le principali orchestre classiche e barocche europee…

Continua a leggere

Le produzioni discografiche più numerose sono realizzate per Sony Classical e Deutsche Grammophon. Ora con Arcana-Outhere Music le sue ultime registrazioni:

Sonate & Partite BWV 1001-1006 di J.S. Bach (DG-2018), Sonar in Ottava – Doubles concertos for violin and violoncello piccolo di J.S. Bach e A. Vivaldi » (Arcana-Outhere Music). – 6 Suite a violoncello Solo senza Basso di J.S. Bach (trascrizione per violino) ha ricevuto l’Editor’s Choice di Grammophone.

L’ultima registrazione di 3 disci « The Three Seasons of Antonio Vivaldi » (Arcana-Outhere Music) e uscito in Sept 2023 e ha ricevuto grande successo.

Ha affiancato negli anni all’attività concertistica le docenze presso l’Accademia musicale Chigiana di Siena e l’Hochschule di Lucerna. È Accademico della Reale Accademia Filarmonica di Bologna e Accademico di Santa Cecilia.

Suona un violino Pietro Guarnieri (1733).

Anton Dressler

RUSSIA

La sua attività lo ha portato in Italia come all’estero, nei vari paesi europei e ad Israele, Usa e Taiwan, suonando con Boris Petrushansky, Mischa Maisky, Jean-Yves Thibaudet, Bruno Canino, Julian Rachlin, Itamar Golan, Pavel Vernikov, Moni Ovadia, Francesco Senese, Andrea Rebaudengo, Davide Cabassi, Ingrid Fliter, collaborando con Quartetto di Virtuosi di Mosca, Giovane Quartetto Italiano, Escher Quartet, ContemporartEnsemble, Quartetto di S.Pietroburgo, NefEsh Trio, Piccola Sinfonica di Milano, Orchestra da Camera di Mosca. Ha preso parte nei numerosi festival quali “Festival Dei Due Mondi”, “Musica sul’Acqua”, Aspen Festival, “Amiata Piano Festival”, …

Continua a leggere
“Portogruaro Festival”, Klezmer Festival in Safed, “Mittelfest Festival”, “Suoni delle Dolomiti”.

Come primo clarinetto ha collaborato con Orchestra da Camera di Mantova, Orchestra da Camera di Padova e Veneto e i Pomeriggi Musicali di Milano. Attualmente insegna clarinetto nei Conservatori di Trento e Cremona, e musica da camera all’Accademia di Imola.

Diversi compositori gli hanno dedicato la loro musica. La sua passione per live electronics lo ha portato a espandere le capacità dello strumento ed esplorare il mondo della composizione. 

Nato a Mosca, si diploma al Conservatorio “G.B.Martini” di Bologna con Italo Capicchioni e si laurea con menzione d’onore al Conservatorio Superiore “P.I.Tchaikovsky” sotto la guida Lev Mikhailov e Vladimir Sokolov. Partecipa ai corsi tenuti da Antony Pay, Fabrizio Meloni, Sabine e Wolfgang Meyer ed Eddie Daniels. 

Dressler ha registrato per “Atopos” il “Quatuor Pour la Fin du Temps” de Messiaen, “Ouverture su temi ebraici” di Prokofiev per “Russian Seasons”; musiche russe per clarinetto e pianoforte per l’etichetta giapponese “Cryston” con Boris Petrushansky; un cd con elementi di improvvisazione con Andrea Rebaudengo “Duo al Opera” e partecipato alla registrazione dedicata a Leonid Desyatnikov “The Leaden Echo” per la Quartz, UK. Per l’omonima etichetta è uscito l’album “livemovement” interamente dedicato alla sua musica per clarinetto e live electronics.

Margherita Fanton

ITALIA

Margherita Fanton nasce a Bologna nel 1993; a sei anni intraprende lo studio del violino sotto la guida di Fiorenza Rosi al CEMI (centro di educazione musicale infantile), metodo Suzuki.
Nel 2004 prosegue gli studi musicali nella classe di viola del M° Antonello Farulli presso il Conservatorio di musica “G. B. Martini” di Bologna, diplomandosi nel 2012 con il massimo dei voti e la lode.
Si perfeziona poi in viola e musica da camera sempre con il M° Farulli presso l’Accademia Internazionale “Incontri col maestro” di Imola e la Scuola di Musica di Fiesole, partecipando inoltre a numerose masterclass tenute anche da D. Rossi, D. Waskiewicz, N. Imai,J.Kussmaul, A.Viytovych,T.Selditz e S. Briatore…
Continua a leggere
Si avvicina alla musica da camera quando sotto la guida del suo insegante a 12 anni fonda il Quartetto Prestissimo, con il quale ha partecipato a numerose masterclass, l’ultima con il Quartetto Casals. Un’esperienza relativamente breve (circa 5 anni), ma di fondamentale importanza.

Nel 2018 fonda il Quartetto Eilat, con il quale segue il corso di specializzazione all’Accademia Europea del Quartetto presso la Scuola di Musica di Fiesole, a Portogruaro con il Trio di Parma e a Pinerolo con L. Hagen.

Vincitrice di vari concorsi, tra cui la Rassegna Nazionale d’Archi “Mario Benvenuti” di Vittorio   Veneto 2008, ha anche ottenuto due volte (2010 e 2011) la Borsa di studio “Premio Zucchelli” concessa dalla Fondazione Zucchelli di Bologna grazie alla quale due volte si è esibita in qualità di solista con l’orchestra.

La sua carriera orchestrale inizia frequentando dal 2009 l’Accademia dell’Orchestra Mozart di Bologna; dal 2012 intraprende la collaborazione tuttora attiva con l’Orchestra Mozart, che la porta ad esibirsi nelle più importanti sale italiane ed europee sotto la direzione di Claudio Abbado e Bernard Haithink.

È stata prima viola dell’Orchestra da camera di Imola, tra gli altri anche sotto la bacchetta di Vladimir Ashkenazy. Ha collaborato con l’Orchestra “Leonore” di Pistoia, la Filarmonica del Comunale di Bologna e la Fondazione Teatro Petruzzelli di Bari.

Nel 2013 è risultata prima  idonea al concorso per viola di fila dell’Orchestra del Gran Teatro “La Fenice” di Venezia, dove nel 2016 ha ricoperto anche il ruolo di prima viola sotto la direzione dei Maestri Inbal, Wellber e Chung.

Idonea per il ruolo di seconda viola dell’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia di Roma, di cui da ottobre 2019 è membro stabile in qualità di viola fila.

Sofia Ferri

ITALIA

Sofia Ferri, nata nel 1990, ha studiato chitarra classica nei Conservatori di Fermo e Novara con Claudio Marcotulli, Maurizio Grandinetti e Guido Fichtner. Nel 2011 si e diploma in chitarra con il massimo dei voti, perfezionandosi poi con Andrea Dieci e Bruno Giuffredi presso l’Accademia Chitarristica “G. Regondi” di Milano. Ha frequentato masterclass tenute da W. Zanetti, E. Casoli, M. Mela, A. Tallini ed altri. Nel 2016 consegue, con lode, il Diploma Accademico di II livello in Chitarra, proponendo una tesi monografica su Tellur di Tristan Murail.

Studia liuto presso l’ISSM ‘F. Vittadini’ di Pavia con Massimo Lonardi, diplomandosi con lode nel 2020 con una tesi dedicata alle trascrizioni storiche di brani di Couperin per tiorba. Si perfeziona con Ugo Nastrucci, Evangelina Mascardi e Michele Pasotti…

Continua a leggere
Ha collaborato con diversi ensemble ed orchestre fra i quali Wroclaw Baroque Orchestra, La. Verdi Barocca, L’Accademia dell’Annunciata, La Florida Capella, Brixia Musicalis, Festina Lente,

Intende Voci,  il Giardino di Delizie, Astrarium Consort, La Selva Armonica, Trio Fontana, Effimere Corde, Armonia Verticale, Tripla Cadenza etc. e come aggiunto esterno in produzioni barocche dei conservatori di Vicenza e Cremona, esibendosi in rassegne e festival fra i quali Bayreuth Baroque Opera Festival (Germania), Wratislavia Cantans (Polonia), Agapé (Ginevra), Festival de Saintes (Francia), Roma Festival Barocco, Settimana Internazionale di musica sacra di Monreale, Bologna Festival, Settimane Barocche di Brescia, Festival Internazionale del ‘700 musicale napoletano, Festival Galuppi ed altri.

Con L’Accademia dell’Annunciata ha registrato per UNIVERSAL il Concerto per viola e orchestra di A. Appignani (2021).

Con  il Giardino di Delizie ha inciso per BRILLIANT CLASSICS  4 monografie dedicate a:

  • Triosonate di Isabella Leonarda (2022)
  • op. 3 di Carlo Mannelli (doppio CD, 2023)
  • op. 2 di Carlo Mannelli (doppio CD, in uscita nel 2024) – Cantate di Lelio Colista (in uscita nel 2024).

 Con l’Orchestra Barocca di Cremona ha inciso un disco dedicato a trascrizioni dei Concerti di

Corelli dell’op. 6 (2019) e un doppio CD con il Vespro della Beata Vergine di Francesco A. Urio (2021) per URANIA RECORDS. 

Ingrid Fliter

ARGENTINA

Nata a Buenos Aires ha iniziato i suoi studi con E. Westerkamp discepola di V. Scaramuzza, esibendosi per la prima volta in pubblico all’età di undici anni, e il debutto con orchestra al Teatro Colon (Buenos Aires) all’età di sedici anni. Nel 1992 si è trasferita in Europa, dove ha continuato gli studi con V. Margulis alla Musikhochschule di Friburgo, con C. Bruno a Roma e con F. Scala e B. Petrushansky all’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola. Ha inoltre partecipato a Masterclass con L. Fleisher, A. Lonquich, L. Lortie e V. Bakk.

Ha fatto il suo debutto orchestrale negli Stati Uniti con l’Atlanta Symphony, solo alcuni giorni dopo aver ricevuto, nel gennaio 2006, il prestigioso Gilmore Artist Award. Si è esibita anche con la Cleveland Orchestra, la Los Angeles Philharmonic e altre orchestre sinfoniche statunitensi. Ha suonato nell’ambito di alcuni dei più importanti festival, quali Mostly Mozart, Grant Park, Aspen, Ravinia e Blossom. Come solista, ha tenuto concerti alla Carnegie Hall (Zankel Hall), al Metropolitan Museum e al 92nd Street Y (New York), alla Chicago Orchestra Hall così come a Boston, San Francisco, Vancouver, Detroit, Baltimore e Fort Worth (van Cliburn Foundation)…

Continua a leggere

In Europa e in Asia, la pianista argentina si è esibita ad Amsterdam, Tokio, Francoforte, Salisburgo, Colonia, San Pietroburgo, Berlino e ha suonato nell’ambito di festival come La Roque d’Anthéron (Francia), il Prague Autumn (Repubblica Ceca) e le World Pianist Series (Tokio). I suoi impegni recenti all’Estero includono concerti con le orchestre filarmoniche di Rotterdam, Stoccolma e Israele, la Royal Liverpool Philharmonic, la BBC Symphony, la London Philharmonia e la Sydney Symphony. Di recente ha dato recital a Parigi, Barcellona, Milano, Tokio, Sydney e Londra, sia nella Wigmore che nella Queen Elizabeth Hall.

Vincitrice di numerosi concorsi in Argentina, ha ottenuto il primo premio nel 1994 in tutte due categorie al Concorso Internazionale di Cantù ed è risultata premiata al Concorso Ferruccio Busoni nel 1998. Nel 2000 ha vinto il secondo premio al Concorso Internazionale Pianistico di Chopin di Varsavia.

Registrando in esclusiva per EMI, Ingrid Fliter ha inciso nel 2008 un primo disco, dedicato a Chopin e dal 2009, registra in esclusiva per Linn records (Inghilterra) incidendo l’integrale dei Walzer, dei Preludi, dei Notturni ed i concerti dello stesso compositore così come una incisione dedicata a Beethoven e ai concerti di Schumann e Mendelssohn. Le sue registrazioni sono state considerate tra le “top 10” e scelte come CD del mese dalla rivista inglese Gramophone. È stata anche nominata per il “Gramophone Artist Award of Year” nel 2015.

È docente nella Academia Pianistica Internazionale di Imola “Incontri col Maestro”.

André Gallo

ITALIA

Il pianista italiano André Gallo si è distinto nel panorama internazionale fin dalla più giovane età per l’eccellenza e. l’eclettismo dimostrati nella sua attività artistica oltre che per le. prestigiose collaborazioni con musicisti e istituzioni concertistiche.
L’esordio nel 2008, a soli 18 anni, alla Konzerthaus di Berlino lo porta ad esibirsi nelle maggiori sale internazionali tra cui il Teatro Olimpico di Vicenza, la Laeiszhalle di Amburgo, il Gran Teatro “La Fenice” di Venezia, Auditorium Santa Cecilia di Roma, il Teatro “Al. Bustan” di Beirut, la Sala Verdi di Milano, Stoller Hall di Manchester, il Raanana Music Hall, il Teatro Filarmonico di Verona, il Beijing Capital Theater e il Musiikkitalo di Helsinki…

Continua a leggere

Da sempre ambasciatore della musica e della cultura francese, esordisce nel 2010 con l’Orchestra del Teatro Regio di Torino con la “Fantaisie pour piano et orchestre” di Claude Debussy sotto la direzione di Bertrand de Billy. Nella stagione 2017/2018 è stato ospite dell’associazione “Amis de Francis Poulenc” presso l’École Normale de Musique de Paris dove ha avuto modo di esibirsi per diversi membri della famiglia Poulenc.

Ha eseguito pubblicamente l’opera omnia per pianoforte dei compositori Claude Debussy, Maurice Ravel, Francis Poulenc, Erik Satie e Henri Dutilleux. Ha ricoperto il ruolo di solista con numerose orchestre, tra cui Hamburger Symphoniker, l’Orquesta Sinfónica Simón Bolívar, la Manchester Camerata, la North Czech Philharmonic, l’Orchestra Mozart istituita dal M° Claudio Abbado, la ICO Chamber Orchestra, la Metropolitan Youth Symphony di Portland, l’Orchestra dell’Arena di Verona, l’Orchestra del Comunale di Bologna e la Württembergische Philharmonie.

Le sue performance lo hanno visto ospite di importanti festival e. istituzioni in tutto il mondo tra cui il Festival “MITO” di Milano- Torino, il Festival dei Due Mondi di Spoleto, la Pharos Arts Foundation Cipro, la Società del Quartetto di Vicenza, il BauArt Festival di Basilea, il Festival “Al Bustan”di Beirut, la Steinway Series di New York, la Regia Accademia Filarmonica di Bologna e la Paul Sacher Foundation di Basilea. Si è inoltre esibito in Giappone, Cina, Stati Uniti d’America,Olanda, Israele, Argentina, Francia, Repubblica Ceca, Venezuela, Inghilterra, Germania, Spagna, Cipro, Svezia, Svizzera, Libano e Russia riscuotendo sempre grandi successi di pubblico e di critica. La musica da camera ricopre un ruolo fondamentale nella sua crescita e nella sua attività professionale. Collabora con artisti di fama internazionale come Julian Rachlin, Ingrid Fliter, Pierre Amoyal, Roberto Armocida, Mattia Petrilli, Anton Dressler. Più profondo è il legame con il pianista Igor Roma, il violoncellista Gabriele Geminiani e il violinista Francesco Senese, con il quale incide l’opera integrale per violino e pianoforte di Gabriel Fauré.

Di fondamentale importanza l’incontro con la cantante Alda Caiello e il compositore Marco Di Bari, entrambi figure di spicco nel panorama della musica contemporanea. Proprio con quest’ultimo pubblica “Il tuo piano per domani”, frutto di anni di ricerca sull’educazione musicale infantile.

Nel 2005 istituisce il “Trio Richard Wagner” in collaborazione con Roberto Baraldi e Alessandro Zanardi, prime parti dell’Orchestra del Gran Teatro “La Fenice” di Venezia. André Gallo è il più giovane docente di pianoforte dell’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola, in cui ricopre anche il ruolo di Vice Direttore. Docente ospite presso la

Princeton University (USA), il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano, la Zuyd University of Applied Sciences di Maastricht, l’Institut Supérieur de Musique et de Pédagogie di Namur (Belgio) e la Regia Accademia Filarmonica di Bologna, nel 2012 è il fondatore dell’Imola Piano Academy “Talent development” di Eindhoven, istituita con l’intento di divulgare gli ideali didattici della nota accademia italiana. Numerose sono le registrazioni radiofoniche e televisive, è stato ospite della "Stanza della Musica" e ha eseguito concerti live per Radio 3 Classica. È stato recentemente protagonista del documentario “Pianisti”, prodotto e trasmesso da Sky Classica.

Nato a Cosenza, André Gallo si forma nel conservatorio della città natia per poi trasferirsi in giovanissima età ad Imola, seguito fin dagli esordi dal Mº Franco Scala a cui deve la sua formazione musicale e didattica. Nel 2008 è stato scelto Borsista Bayreuth dell’Associazione Richard Wagner. Nel 2006 è stato insignito del Premio Galarte sezione Musica, conferitogli col patrocinio della Presidenza della Repubblica. André Gallo è Yamaha Artist.

Thibaut Garcia

SPAGNA

Primo premio del prestigioso concorso Guitar Foundation of America (USA) nel 2015, BBC New Generation Artist (2017-2019), Rivelazione dell’anno nella sezione strumentale al Victoires de la Musique Classique nel 2019 e vincitore del Mecklenburg Vorpommern Festival (2023), Thibaut Garcia si sta affermando come uno dei chitarristi più importanti della sua generazione. Di origine franco-spagnola, Thibaut Garcia nasce nel 1994 a Tolosa dove consegue il premio di chitarra nella classe di Paul Ferret, prima di proseguire la sua formazione al CNSMD di Parigi nella classe di Olivier Chassain, beneficiando dei consigli di Judicaël Perroy…

Continua a leggere
Thibaut Garcia suona oggi nelle sale e per i festival più prestigiosi di tutto il mondo: Wigmore Hall di Londra, Konzerthaus di Vienna, Concertgebouw di Amsterdam, Tchaikovsky Concert Hall di Mosca, Festival Radio France Occitanie Montpellier, Palacio de Bellas Artes in Messico, Salle Bourgie di Montreal, Philharmonie e Théâtre des Champs-Elysées a Parigi, Palau de Musica a Barcellona, Festival Musiq’3 a Bruxelles, Auditorium di Bordeaux. Dopo il suo debutto in concerto con l’Orchestre National du Capitole de Toulouse nel 2016, Thibaut Garcia vi ritorna nel 2023 per la creazione di El Bihr, di Benjamin Attahir. Ha inoltre collaborato con l’Orchestra Filarmonica di Baden-Baden, l’Orchestra Filarmonica della RadioFrance, l’Orchestra da Camera di Parigi, le orchestre della BBC, l’Orchestra dell’Opera di Bordeaux, l’Orchestra dell’Opera di Rouen, l’Orchestra Nazionale di Metz e l’Orchestra Nazionale di Lione.

Nella stagione 2023-2024 si esibisce con la BBC Concert Orchestra, i Münchner Symphoniker, l’Orchestra da Camera Nazionale dell’Aquitania, oltre che al Musikfest Bremen, alla Philharmonie di Berlino, al Festival Internazionale della Chitarra di Malaga, alla Chapelle Corneille, al Teatros del Canal, all’Alte Oper Frankfurt, al Bachfest Leipzig. Continua anche la sua tournée con Philippe Jaroussky in America Latina. Nella musica da camera, Thibaut Garcia affianca anche Edgar Moreau, Félicien Brut, Elsa Dreisig, Marianne Crebassa, Lucienne Renaudin-Vary, Anastasia Kobekina, Antoine Morinière e l’Arod Quartet.
Thibaut Garcia è artista Warner Classics/Erato dal 2016, per la quale ha inciso Leyendas nel 2016, Bach Inspirations nel 2018, Aranjuez nel 2020, quest’ultimo premiato con un “Choc” di Classica, un Diapason d’Or e da Gramphone con “l’Editor’s Choice”. Nel 2021 ha inoltre pubblicato l’album À sa guitar in duetto con Philippe Jarrousky. Nell’autunno del 2023 esce il suo ultimo album El Bohemio, dedicato al compositore Agustin Barrios Mangoré. Nel maggio 2024 Thibaut Garcia è nominato nella shortlist di Opus Klassik in tre categorie: strumentista dell’anno, registrazione dell’anno, premio per la promozione dei giovani talenti.

Gabriele Geminiani

ITALIA

Nato a Pesaro si è diplomato con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore; ha studiato con W. Di Stefano, M. Cazacu, M. Scano ed ha seguito i corsi di perfezionamento presso l’Accademia Chigiana di Siena con M. Maisky e A. Meneses. Ha studiato musica da camera con il Trio di Trieste, P. N. Masi, K. Bogino, P. Vernikov e A. Menieur. Ha suonato in veste di solista con direttori quali G. Pehlivanian, C. Poppen, Y. Valchua, B. Haitink, Myung Whun-Chung, K. Nagano e D. Gatti. Ha eseguito in prima esecuzione italiana il concerto per violoncello e orchestra di HK Gruber sotto la guida del compositore stesso…

Continua a leggere
Nel 1997 ha conseguito il premio speciale per la migliore esecuzione del brano “Spins and Spells” di K. Saariaho al concorso internazionale “M. Rostropovich”. Nel 1998 vince il concorso di 1° violoncello presso l’O. R. T. e nel 1999 quello di 1° violoncello presso l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. E’ 1° violoncello dell’Orchestra Mozart dal 2010. Ha collaborato con l’Orchestra Filarmonica della Scala, Symphonia d’Italia, Mahler Chamber Orchestra, Symphoniker Hamburg, Orchestra Sinfonica de Galicia, Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, Orchestre de la Suisse Romande e Orchestra del Lucerna Festival su invito di C. Abbado. Attualmente è professore di musica da camera presso il Conservatorio di musica “G. Rossini” di Pesaro. Ha inciso per La Bottega Discantica, Decca ed è artista Promu Label. Suona un violoncello “Carlo Giuseppe Oddone” del 1903.

Christian Guyot

FRANCIA

Nato a Tangeri (Marocco), sordo dalla nascita, ha iniziato lo studio della musica a 20 anni e frequentato dei corsi di batteria jazz con Kenny Clarke, di musica classica con Raymond Chazal e Silvio Gualda e di musica afro cubana con Miguel Fiannaca.

Laureato in Musicologia all’Università Paris-VIII e diplomato del Centro internazionale di percussioni “Acanthes”, è inoltre detentore del primo premio di percussioni inter-conservatorio di Parigi…

Continua a leggere

Negli anni 1974-1976 ha creato degli spettacoli di mimo e percussioni con il celebre mimo Joël Chalude. Dal 1985 al 1987, ha insegnato alla Scuola nazionale per le arti del Circo a Châlon-sur-Marnes. Nel 1987 ha creato un atelier di musica e percussioni per sordi e ipoudenti al Conservatorio di Suresnes (Francia) dove insegna tuttora. È professore di percussioni alla “Schola Cantorum” di Parigi e al conservatorio Viry-Chatillon. Dal 2015 suona in un quintetto di musica jazz a Parigi. Relatore sui temi “musica e sordità” ed “essere sordi e musicisti?” Christian Guyot è attualmente il solo sordo al mondo ad esibirsi come musicista e a insegnare percussioni in un conservatorio pubblico.

Manuel Kastl

GERMANIA

Nato a Erlangen, MANUEL KASTL ha ricevuto le sue prime lezioni di violino all’età di sei anni. Dopo essere stato uno studente junior all’età di quattordici anni nella classe di Ulf Klausenitzer al Meistersinger Konservatorium di Norimberga, ha completato i suoi studi con Daniel Gaede alla Musikhochschule di Norimberga e con Igor Ozim al Mozarteum di Salisburgo. Ulteriori studi lo hanno portato da Peter Zazofsky (Boston/USA). Ha ricevuto importanti impulsi attraverso la sua partecipazione a masterclass con Thomas Brandis, Vadim Repin, Donald Weilerstein, Kolja Blacher e Christian Tetzlaff, ecc. Manuel Kastl è stato borsista della prestigiosa Fondazione Accademica Nazionale Tedesca (Studienstiftung des deutschen Volkes) e della Albert Eckstein Foundation e ha vinto premi in diversi concorsi (ad esempio “Jugend musiziert”, concorso Lions Club)…

Continua a leggere
Kastl è stato concertmaster della Bundesjugendorchester tedesca e della European Union Youth Orchestra e si è diplomato all’Accademia della Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks a Monaco. Dal 2006 è membro della Orchestra Mozart e ha suonato numerosi concerti con i loro direttori principali Claudio Abbado, Bernhard Haitink e Daniele Gatti. Nel 2011 Claudio Abbado lo ha ingaggiato per unirsi alla Lucerne Festival Orchestra. Ha suonato anche in molte altre eccellenti orchestre come i Berliner Philharmoniker e i Bamberger Symphoniker. Manuel Kastl collabora regolarmente con la Mahler Chamber Orchestra e appare come concertmaster ospite in importanti orchestre come i Münchner Philharmoniker, la Bayerische Staatsoper, il Konzerthausorchester di Berlino, ecc. Tra i suoi partner di musica da camera ci sono Kit Armstrong, Jens-Peter Maintz, Wolfram Christ, Raphael Christ, il Quartetto d’Archi di Lipsia, ecc.

Come solista, Manuel Kastl si è esibito con orchestre in tutta la Germania e in altri paesi europei. Oltre alle sue attività musicali, Manuel Kastl ha studiato fisica medica a Erlangen e Monaco ed è attualmente ricercatore presso il Centro Helmholtz di Monaco. Le borse di studio della Fondazione Accademica Nazionale Tedesca gli hanno permesso di studiare alla Harvard University e in Corea del Sud. Dal 2011 è primo concertmaster della Staatsphilharmonie di Norimberga.

Sebastian Klinger

GERMANIA

Il violoncellista Sebastian Klinger, nato a Monaco di Baviera e cresciuto in Spagna, è considerato uno dei più straordinari solisti e musicisti da camera della sua generazione. Elogiato dalla stampa internazionale per il suo tono caldo e l’intensità della sua espressione, così come per la sua tecnica impeccabile e la sua massima musicalità.

Già vincitore di numerosi premi e concorsi fin da giovane, oggi Sebastian Klinger si esibisce a livello internazionale come solista con orchestre rinomate come la Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks, la Rundfunk-Sinfonieorchester Berlin, la Gulbenkian Orquestra di Lisbona, l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, la Hong Kong Sinfonietta, i Filarmonici di Essen, la Staatskapelle di Weimar e la Deutsche Radio Philharmonie Saarbrücken Kaiserslautern. Ha collaborato con direttori d’orchestra come Mariss Jansons, Antoni Wit, Mario Venzago, Joseph Bastian, Daniel Cohen, Simon Gaudenz, Pedro Halffter, Antony Hermus, Oksana Lyniv, Christoph Poppen, Markus Poschner, Michael Sanderling, Shiyeon Sung, Constantin Trinks, Joshua Weilerstein e Yip Wing-sie…

Continua a leggere
I suoi programmi solistici e le sue prestigiose formazioni di musica da camera, ad esempio con Kit Armstrong, Yuri Bashmet, Lisa Batiashvili, Milana Chernyavska, Veronika Eberle, Julia Fischer, Vilde Frang, Christian Gerhaher, Kirill Gerstein, Boris Giltburg, Janine Jansen, Gidon Kremer, Lang Lang, François Leleux, Alexander Lonquich, Yo-Yo Ma, Lena Neudauer, Alice Sara Ott, Enrico Pace, Emmanuel Pahud, Gil Shaham, Marianna Shirinyan, Baiba Skride, Antoine Tamestit, Alexandre Tharaud e Jörg Widmann, lo hanno portato ai più importanti festival e centri musicali in Europa e negli USA. La sua discografia, per la quale è stato premiato con un “Diapason d’Or” (Bach-Cellosuiten), comprende opere solistiche, musica da camera e repertorio orchestrale per le etichette OehmsClassics, Sony Classical e Deutsche Grammophon.

Sebastian Klinger è stato per undici anni primo violoncellista nell’Orchestra Sinfonica della Radio Bavarese, prima di accettare nel 2015 una cattedra di violoncello presso la Hochschule für Musik und Theater di Amburgo. Dalla stagione 2022/23 è tornato a ricoprire la sua vecchia posizione nella BRSO, oltre alla sua attività concertistica e didattica.

Myriam Lafargue

FRANCIA

Originaria del sud ovest della Francia, Myriam Lafargue intraprende la professione di musicista dopo appena otto anni e si perfeziona nello strumento della fisarmonica cromatica con Jacques Mornet.
Ottiene la medaglia d’oro al Conservatorio Nazionale di Marsiglia.

Il suo virtuosismo e il suo talento le hanno permesso di vincere numerosi premi nazionali e internazionali (Prix Médard Ferrero, primo premio del concorso internazionale di Kligenthal in Germania, il trofeo mondiale della fisarmonica in Italia), che l’hanno portata ad esibirsi in Europa, negli Stati Uniti d’America e in Giappone, collaborando con i più grandi musicisti. Nel 1996, Paul Mauriat la ingaggia per una tournée di trenta concerti in Giappone con la sua orchestra…

Continua a leggere
Nel 1997, su richiesta di Michel Legrand, si esibisce sul palcoscenico del Petit Journal Montparnasse, occasione per la quale comporrà un brano.

Nel 2001 accompagna in trio il cantante José Van Dam a l’Opéra Comique.

Suona regolarmente all’interno di ensemble contemporanei (ensemble TM+, Ars Nova), con l’Ensemble Calliopé nel repertorio di musica da camera, con musicisti dell’Opera di Parigi e al Théâtre Musical (“Un violino sul tetto”).

Fa parte dell’ensemble di Gille Apap “Colors of invention” fin dalla sua creazione nel 2001, e suona in duo con lo stesso Apap negli Stati Uniti d’America, Canada, Irlanda, Svizzera, Francia. 

Inoltre, ha registrato colonne sonore per film e cartoni animati in Francia e negli USA (Alexandre Desplat, Olivier Liboutry).

Attualmente insegna al Conservatorio Nazionale di Bordeaux e tiene regolarmente masterclass in Francia, USA, Germania e Paesi dell’Est.

Tony Lopresti

USA

Dal 2009 Tony Lopresti è Mime Director per il Festival Musica sull’Acqua, dove tiene workshop intensivi sulla tecnica classica del mimo e dirige e cura la coreografia di interpretazioni teatrali originali della musica del Festival – classica, d’avanguardia, jazz, composizioni originali e improvvisazioni.

A New York è il Movement Director per l’Academy of Sacred Drama che riscopre e produce oratori barocchi che non sono stati ascoltati per tre secoli o più… 

Continua a leggere
Per 21 stagioni, in quasi 10 anni, è stato uno dei principali interpreti del New York Pantomime Theatre, una compagnia di mimo classico sotto la direzione di Moni e Mina Yakim. Si è esibito con la compagnia in opere complete alla Carnegie Hall e al Lincoln Centre, così come all’estero.

Tony ha lavorato a New York e Los Angeles come scrittore, produttore e attore per il teatro tradizionale e sperimentale, in televisione e al cinema, ed è un affermato video producer. 

Ha anche sviluppato The Gospel Without Words, laboratori di mimo e spettacoli basati su testi biblici. Ha ideato e diretto la Via Crucis vivente a New York e Boston.

Tony ha pubblicato storie scritte e registrate, riflessioni e poesie.

I suoi scritti e le sue performance toccano il cuore. Il banale diventa eroico, il comune si trasforma nelle nostre storie condivise. Parte dal familiare e, spesso in silenzio, apre il tuo cuore e ti permette di entrare.

Diego Matheuz

VENEZUELA

Direttore ospite principale dell’Orchestra Mozart dal 2009 e della Melbourne Symphony Orchestra dal 2013 e direttore della Sinfónica Simón Bolívar de Venezuela dal 2013, è direttore principale del Teatro La Fenice dal 2011 al 2014.

Nato a Barquisimeto (Venezuela) nel 1984, ha studiato violino e direzione d’orchestra nel Sistema venezuelano…

Continua a leggere

Direttore ospite principale dell’Orchestra Mozart dal 2009 e della Melbourne Symphony Orchestra dal 2013 e direttore della Sinfónica Simón Bolívar de Venezuela dal 2013, è direttore principale del Teatro La Fenice dal 2011 al 2014.

Nato a Barquisimeto (Venezuela) nel 1984, ha studiato violino e direzione d’orchestra nel Sistema venezuelano. Da allora ha diretto alcune delle principali orchestre in Italia (Santa Cecilia, Rai di Torino, Maggio Fiorentino, Filarmonica della Scala, Orchestra Verdi) e in tutto il mondo (Philharmonia, Royal Philharmonic, BBC Philharmonic, Philharmoniker Hamburg, Česká filharmonie, Radio France, Wiener Kammerorchester, Mahler Chamber Orchestra, Orchestre de la Suisse Romande, Philharmonia Zürich, Israel Philharmonic, Los Angeles Philharmonic, Vancouver Symphony, Saito Kinen, NHK).

Nel dicembre 2019 ha diretto e registrato con Deutsche Grammophon il 120 ° anniversario del Gala Concert in Giappone con Anne-Sophie Mutter e il maestro Seiji Ozawa.

Sara Mingardo

ITALIA

Sara Mingardo è interprete molto ricercata e molto apprezzata in un vasto repertorio. Particolarmente interessante e intensa la sua collaborazione con il M. Claudio Abbado, collabora regolarmente coi maggiori Teatri del mondo, sotto la direzione di Maestri come Rinaldo Alessandrini, Fabio Biondi, Ottavio Dantone, Ivor Bolton, Riccardo Chailly,Myung Whun- Chung, Paul Daniel, Sir Colin Davis, Sir Antonio Pappano, Sir John Eliot Gardiner, Emmanuelle Hàim, Marc Minkowski, Riccardo Muti, Sir Roger Norrington, Maurizio Pollini, Christophe Rousset, Jordi Savall, Peter Schreier, Kent Nagano,Pierre Boulez, Zabin Metha, Lorin Maazel, Daniele Gatti, Michele Campanella, Franqois Xavier-Roth, Jeffrey Tate…

Continua a leggere

Collabora con prestigiose orchestre internazionali, quali per esempio: Berliner Philharmoniker, London Symphony Orchestra, Boston Symphony Orchestra, Accademia di Santa Cecilia, Orchestra Sinfonica di New York, Orchestra Sinfonica di Detroit, Orchestre Nationale de France, Les Musiciens du Luvre, Mahler Chamber Orchestra, Montevedri Choir e Orchestra, Concerto Italiano, Les Talents Lyriques, Academia Montis Regalis e molte altre…Particolarmente attiva nel repertorio concertistico, ha un repertorio che spazia da Pergolesi a Respighi, passando per Bach, Beethoven, Brahms, Dvorak e Mahler.Il suo repertorio operistico comprende opere di Gluck, Monteverdi,Handel, Vivaldi, Rossini, Verdi, Cavalli, Mozart, Donizetti, Schumann e Berlioz. Sara Mingardo ha studiato col tenore Franco Ghitti al conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia, sua città natale. Vincitrice di numerosi concorsi nazionali e internazionali, ha iniziato la sua vita musicale interpretando il ruolo del titolo ne La Cenerentola di G. Rossini, quale vincitrice del concorso internazionale Toti Dal Monte di Treviso. Nel 2001 ha vinto due Grammy Awards per la registrazione dal vivo de Les Troyens di H. Berlioz, diretta da Sir Colin Davis, London Symphony Orchestra e nel 2009 l’Associazione dei Critici Italiani le ha assegnato il prestigioso Premio Abbiati.

Alex Montagna

BRASILE

Alex Montagna ha iniziato la sua formazione presso l’Università di Yoga in Brasile nel 2008 e, da allora, ha seguito numerosi corsi di specializzazione in meditazione, respirazione, gestione dello stress e rilassamento. Ha insegnato in diverse scuole, aziende e banche, lavorando con una vasta gamma di persone, tra cui giovani, adulti, artisti e atleti. La sua esperienza gli ha permesso di sviluppare un approccio unico e personalizzato all’insegnamento dello yoga e delle tecniche di rilassamento.

Maria Chiara Mottarella

ITALIA

Appassionata da sempre di prodotti fatti a mano, entro nel mondo della ceramica nel 1987; vi scopro la possibilità e il piacere di plasmare una materia versatile quale è l’argilla. Il cammino si fa sempre più affascinante, conduce al desiderio di poter cuocere e rivestire i pezzi realizzati con “abiti” adatti alle diverse forme. Fondamentale è l’incontro col maestro Daniel de Montmollin dal quale apprendo oltre alla tecnica e ai gesti della tornitura, anche il metodo per calcolare e realizzare smalti con materie prime ricavate anche dal territorio in cui vivo…
Continua a leggere

Appassionata da sempre di prodotti fatti a mano, entro nel mondo della ceramica nel 1987; vi scopro la possibilità e il piacere di plasmare una materia versatile quale è l’argilla. Il cammino si fa sempre più affascinante, conduce al desiderio di poter cuocere e rivestire i pezzi realizzati con “abiti” adatti alle diverse forme. Fondamentale è l’incontro col maestro Daniel de Montmollin dal quale apprendo oltre alla tecnica e ai gesti della tornitura, anche il metodo per calcolare e realizzare smalti con materie prime ricavate anche dal territorio in cui vivo. Così nel 1990 allestisco con mio marito, appassionato come me di ricerca, un atelier di ceramica a Colico dove realizziamo pezzi unici in terra gres e porcellana, modellati a mano sul tornio e rivestiti con smalti frutto di una minuziosa analisi e sperimentazione legati alla natura come fonte di ispirazione. Contemporaneamente, sempre sotto la guida del maestro D.de Montmollin, intraprendo un percorso di formazione pedagogica attraverso l’utilizzo della barbottina. Una “situazione” pedagogica di accompagnamento che può contribuire alla presa di coscienza e alla formazione della persona stessa, alla scoperta delle potenzialità della mano nella libertà del gesto creativo.

Daniele Panizza

ITALIA

Nasce a Lecco il 18 giugno 2003 e risiede a Lierna(LC). Nel 2012, a 9 anni, inizia a studiare pianoforte, organo e composizione alla Scuola di Musica San Lorenzo di Mandello del Lario, nella classe del M°Alessandro Milesi.
Nel 2018 viene ammesso con il massimo dei voti nella classe di pianoforte del M° Paolo Gilardi, con il quale studia attualmente, presso la Civica Scuola di Musica “Claudio Abbado” di Milano.
Dal 2022 frequenta inoltre l’Accademia Pianistica Internazionale di Imola “Incontri con il Maestro”, nella classe del M. André Gallo…

Continua a leggere
Ha vinto il Primo Premio in più di venti concorsi nazionali e internazionali ed ha tenuto concerti in
diverse città italiane, partecipando ad importanti rassegne musicali come Pianocity Milano;
“Concerti d’autunno” organizzata dal Campus Internazionale di musica di Latina; “Incontri
Asolani” organizzata dall’associazione Asolo Musica; “la Terrazza” organizzata dagli Amici della
Musica di Ancona; “Musical Square” presso il Teatro Lirico “Giorgio Gaber” di Milano; “Concerti
Aperitivo” presso il Palazzo dei Capitani di Malcesine; “Imola Summer Festival” presso la
Fondazione Accademia di Imola.

Ha frequentato varie Masterclass, sia di organo, con il M° Enrico Viccardi, che di pianoforte, con i
Mi Paolo Gilardi, Carlo Balzaretti, Igor Roma, André Gallo, Michail Lifits, Maurizio Baglini.

Maria João Pires

PORTOGALLO

Nata nel 1944 a Lisbona, Maria João Pires ha dato la sua prima esibizione pubblica all’età di 4 anni e ha iniziato i suoi studi di musica e pianoforte con Campos Coelho e Francine Benoît, proseguendo poi in Germania, con Rosl Schmid e Karl Engel. Oltre ai suoi concerti, ha effettuato registrazioni per Erato per quindici anni e per Deutsche Grammophon per vent’anni.

Dagli anni Settanta si è dedicata alla riflessione sull’influenza dell’arte nella vita, nella comunità e nell’educazione, cercando di scoprire nuovi percorsi per affermare questo pensiero nella società. Ha cercato nuovi modi che, nel rispetto dello sviluppo degli individui e delle culture, incoraggiassero la condivisione delle idee…

Continua a leggere

Nel 1999 ha creato il Centro Belgais per lo studio delle arti in Portogallo. Maria João Pires offre regolarmente workshop interdisciplinari per musicisti professionisti e amanti della musica. Nella sala concerti di Belgais si tengono regolarmente concerti e registrazioni. In futuro queste saranno condivise con la comunità digitale internazionale (a pagamento e non) .

Nel 2012, in Belgio, ha avviato due progetti complementari: i Cori di Partitura, un progetto che crea e sviluppa cori per bambini provenienti da contesti svantaggiati, come in Belgio il “Coro Hesperos”, e i Laboratori di Partitura. Tutti i progetti di Partitura hanno l’obiettivo di creare una dinamica solidale tra artisti di generazioni diverse, proponendo un’alternativa in un mondo troppo spesso incentrato sulla competitività. Questa filosofia viene diffusa in tutto il mondo attraverso i progetti e i laboratori di Partitura.

Riccardo Quadri

ITALIA

Riccardo Quadri è nato a Como nel 1998. Ha intrapreso da giovane lo studio del pianoforte, diplomandosi nel 2017 al Liceo Musicale T. Ciceri di Como; nello stesso anno si è diplomato in Organo alla Scuola Diocesana di Musica e Sacra Liturgia L. Picchi di Como con Alessandro La Ciacera. Nel 2020 sì è diplomato in Organo con il massimo dei voti al Conservatorio G. Verdi di Como, dopo aver studiato con Enrico Viccardi e Adriano Falcioni nel Triennio accademico; qui ha affrontato anche gli studi di Contrappunto e Composizione con Antonio Eros Negri. Ha proseguito gli studi organistici con Stefano Molardi al Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano, dove ha conseguito il Master of Arts in Music performance…

Continua a leggere

È organista alla chiesa di San Nicolao della Flüe a Lugano e alla chiesa del Gesù di Como, dove organizza il “Vespro in Musica”. Dirige la Corale della parrocchia di S. Michele in Cavallasca (Como) e collabora stabilmente con la Scuola Corale della Cattedrale di Lugano, come accompagnatore e maestro dei Pueri Cantores.

Ha partecipato a diversi concorsi, concerti, eventi e masterclasses (con A. Liebig, S. Molardi, E. Viccardi, L. Ghielmi, L. Lohmann, B. Van Oosten, W. Zerer), esibendosi sia come solista che come membro di varie formazioni. Ha suonato per molte rassegne organistiche tra le quali gli Angelus del Duomo di Como, i Vespri nella Chiesa di S.Alessandro a Milano, la Rassegna Organistica Valsassinese ed il Malta Organ Festival.
Nel 2019 ha vinto il 2° premio ex-aequo nella categoria 1998-1999 al Primo concorso per giovani organisti “Fondazione Friuli” di Tricesimo (Udine); nel 2021 ha vinto il 2° premio al Secondo concorso organistico internazionale “Fiorella Benetti Brazzale – Città di Vicenza”.

Benedetta Senese

ITALIA

Benedetta Senese consegue il Diploma Accademico di secondo livello con il Massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “S. Pietro a Majella” di Napoli sotto la guida di Laura De Fusco, successivamente si perfeziona con Nora Doallo presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano. Nel 2014 ha conseguito il Master in Music Pedagogy nella classe del Maestro Sandro D’Onofrio, con una tesi riguardante il legame fra gestualità ed espressività nella didattica per pianoforte. Ha suonato per la stagione “900 e presente” creata dal Maestro Giorgio Bernasconi presso l’Auditorium della Radio della Svizzera Italiana, sotto la direzione di A. Tamayo…

Continua a leggere
Nel 2011 collabora con il Kaleido Ensemble sotto la direzione di D. Matheuz. Nel 2019 suona con MACH Ensemble, gruppo facente parte di MACH Project and Orchestra del Festival Musica sull’Acqua di Colico. Ha collaborato con musicisti quali: Gennaro Cardaropoli, Cristophe Morin, Simone Briatore, Patrizio Serino, Ingrid Fliter, Anton Dressler, Francesco Senese, Danusha Waskiewicz, Itamar Golan, David Salleras e Roberto Armocida con il quale si esibisce al Mantova Chamber Music Festival 2018. È NLP Coach certificata dalla Extraordinary Coaching School di Claudio Belotti e dalla “Society of NLP” di Richard Bandler, tiene seminari e affianca musicisti in qualità di Mental Trainer e Talent Coach. 

Francesco Senese

ITALIA

Membro della Lucerne Festival Orchestra e Assistant Concertmaster dell’Orchestra Mozart.

Come solista si è esibito con l’Orchestra Mozart diretta da Claudio Abbado, con l’Orchestra Simon Bolivar diretta Diego Matheuz, con la Human Rights Orchestra diretta da Alessio Allegrini e con i Cameristi della Scala. È spesso ospite di Mahler Chamber Orchestra e, come Concertmaster e prima parte, della Symphonieorchester des Bayerishen Rundfunks, Orchestre Philharmonique du Luxenbourg, Bochumer Symphoniker, SWR Symphonieorchester e l’Orchestra del Teatro alla Scala.

Nell’estate del 2023 è stato invitato a suonare con la Saito Kinen Orchestra del Maestro Seiji Ozawa, esibendosi sotto la direzione di John Williams.

Fondatore e direttore artistico del Festival Musica sull’Acqua di Colico e di MACH (Music, Art, Creativity Hub) Project and Orchestra, ha suonato con musicisti come Mario Brunello, Julian Rachlin, Isabelle Faust, Clemens Hagen, Sara Mingardo, Andrea Lucchesini, Magnus Lindgren, Boris Petrushiansky, Ian Bostridge, Ingrid Fliter, Enrico Pace, Itamar Golan, Alessio Allegrini, Alina Pogotskina e Louis Lortie.
Si è esibito in diretta radio per i Concerti del Quirinale di Rai Radio3 e per la RSI…

Continua a leggere

Nel 2018 ha registrato per Amadeus l’opera integrale per violino e pianoforte di Gabriel Fauré insieme al pianista André Gallo, con il quale approfondisce il repertorio cameristico per duo.
Appassionato insegnante, collabora regolarmente con vari progetti di formazione e azione sociale attraverso la musica come El Sistema Venezuela, SONG-Sistema in Lombardia, Musica Insieme a Librino di Catania e El Sistema Europe.
Dal marzo 2023 è invitato come Guest Professor e Tutor presso la Seiji Ozawa Academy Japan.
Dall’anno accademico 2023-24 è titolare della cattedra di violino presso il Conservatorio “G. Verdi” di Como.

Giorgio Senese

ITALIA

Direttore della Scuola Sperimentale di Musica “Roberto Goitre” di Colico, si è perfezionato in vocalità e direzione corale con Fosco Corti, in trascrizione dall’antico e interpretazione musicale barocca con Giovanni Acciai e in metodologia di Roberto Goitre con Mario Pigazzini. È stato operatore IRSAE nei Corsi di Aggiornamento sul Linguaggio Musicale per la Regione Lombardia. Fondatore della Scuola Sperimentale di Musica “R. Goitre” di Colico, ne traccia l’iter didattico e ne idea i programmi che da più di vent’anni caratterizzano la linea formativa della scuola. È direttore dell’Orchestra, del Coro Voci Bianche e del Coro Giovanile “R. Goitre”, con i quali, oltre a numerosi concerti, ha partecipato al Coro Giovanile Europeo in Germania e alla tournée in Inghilterra per l’anno Europeo della Musica, quale rappresentante della Regione Lombardia. Ha tenuto corsi di Didattica Musicale e di Vocalità presso numerose istituzioni. Con le realtà corali da lui dirette ha tenuto concerti in Italia e all’estero partecipando inoltre ai più importanti concorsi corali internazionali quali il “Florilège vocal” di Tours in Francia, il Concorso Corale di Budapest e di Praga ottenendo premiazioni e raccogliendo sempre lusinghieri consensi. Ha inciso per la casa musicale Eco, Sonzogno e Agorà.

Patrizio Serino

ITALIA

Nato a Roma,è dal 2011 primo Violoncello solista dell’ orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, scelto da Zubin Mehta. Si e’ diplomato all’ Accademia di S. Cecilia di Roma sotto la guida di F. Strano, ricevendo il premio Sinopoli e il Cavalierato giovanile della Repubblica per i particolari meriti artistici conseguiti. Perfezionatosi con I. Monighetti a Basilea, poi con G.Hoffman a Fiesole e M. Brunello, ha seguito le masterclass di D. Geringas, E. Dindo, E. Bronzi. E ‘ vincitore di premi internazionali tra cui il” Premio Trio di Trieste 2001”. Prolifica e’ l’attività cameristica , collaborando con gruppi quali l’Ars trio, il quartetto Michelangelo,quartetto Matamoe, …

Continua a leggere
il David piano trio, quest’ultimo Vincitore del premio Borletti – Buitoni nella sua categoria. 

Si esibisce al fianco di prestigiosi solisti ,come J. Rachlin, I. Golan, M. Brunello, C .Hagen, A.Lucchesini, ed e’ proficua e stabile la collaborazione musicale con F. Senese e S. Briatore in varie formazioni cameristiche. 

Ha inciso per le etichette Altara e Dynamic. 

Collabora regolarmente con le più importanti orchestre italiane come primo violoncello, tra esse la Scala di Milano, S.Cecilia di Roma, Orchestra Mozart. 

Dedito all’ insegnamento, è tutor di violoncello presso l ‘Orchestra Giovanile italiana e della MACH orchestra, in seno al festival internazionale” Musica sull’ Acqua”. 

Ha ricoperto a tempo determinato la cattedra di violoncello 

Presso il Conservatorio di Adria nell’ anno 2022 ed e’ recentemente risultato vincitore del concorso per primo violoncello solista presso l’ Orchestra Filarmonica di Gran Canarie in Spagna. 

Suona un violoncello “ F. Fasser” copia Rogeri, su gentile prestito di M. Brunello.

Amalie Stalheim

SVEZIA

La violoncellista premiata Amalie Stalheim (nata nel 1993) si è esibita come solista con orchestre tra cui la Gulbenkian Orquestra, l’Oslo Philharmonic Orchestra, la Bergen Philharmonic Orchestra, la Royal Stockholm Philharmonic Orchestra, la Swedish Radio Orchestra e la Gothenburg Symphony Orchestra, tra le altre.

Amalie ha collaborato con direttori d’orchestra come Edward Gardner, Nathalie Stutzman, Dalia Stasevska, Okko Kamu, James Gaffigan, Nuno Coelho, Stanislav Kochanovsky…

Continua a leggere

Amalie è la vincitrice del Norwegian Soloist Prize 2021, del Swedish Soloist Prize 2018, della Ljunggren Competition 2015, e del Nicholas A. Firmenich Prize del Verbier Festival 2015.

Oltre a eseguire i tradizionali concerti per violoncello, Amalie suona frequentemente e commissiona anche nuove musiche del XXI secolo. Attualmente è in procinto di eseguire e registrare una mezza dozzina di nuovi concerti per violoncello commissionati, a lei dedicati, scritti da compositori residenti in Scandinavia e negli USA, come Missy Mazzoli, Anders Hillborg, Knut Vaage, Britta Byström, Anders Nilsson, Therese Ulvo.

I momenti salienti della stagione 22/23 includono esibizioni con, tra gli altri, la Royal Stockholm Philharmonic Orchestra, la Iceland Symphony Orchestra, la Bergen Philharmonic Orchestra, la Norwegian Broadcasting Orchestra, la Kristiansand Symphony Orchestra, la Helsingborg Symphony Orchestra, i Trondheim Soloists e la Ostrobothnian Chamber Orchestra, per citarne alcuni.

Come entusiasta musicista da camera, Amalie ha collaborato con Janine Jansen, Yo-Yo Ma, Leif Ove Andsnes, Kathryn Stott, Elina Vähälä, Christian Ihle Hadland, Polina Leschenko, Benjamin Schmid, Lars Anders Tomter.

Amalie Stalheim suona un violoncello costruito da F. Ruggieri (1687), gentilmente prestatole dalla Anders Sveaas Foundation in Norvegia.

Giacomo Tesini

ITALIA

Nato a Bologna, si è diplomato con il massimo dei voti, lode e menzione speciale, nel 2002 presso il Conservatorio “A.Boito” di Parma sotto la guida di G.Serradimigni.

Si è perfezionato a Budapest, Norimberga, Lucerna con i maestri V.Szabadi, D.Gaede e G.Carmignola. Ha frequentato masterclass con C.Rossi, P.Vernikov, L.Ciulei, A.Chumachenco e dal Trio di Trieste…

Continua a leggere

E’ membro dell’Orchestra Mozart. Dal 2008 suona nella Lucerne Festival Orchestra. Suona con l’Orchestra da Camera di Mantova, ha collaborato con la Mahler Chamber Orchestra, l’Orchestre de Chambre de Paris, la GMJO, e la Filarmonica Toscanini sotto la direzione di L.Maazel, M.Plasson, P.Domingo e M.Rostropovich. Ha collaborato come spalla con l’Orchestra del Teatro Petruzzelli.

È uno dei membri fondatori di Spira Mirabilis.

È docente di violino presso il Conservatorio “Bonporti” di Trento.

Dal 2016 cura “Classica per tutti”, il ciclo di divulgazione musicale prodotto dall’Orchestra Sinfonica della Rai di Torino. Ha studiato violino barocco con F.de Donatis e L. Giardini.

Sono Tokuda

GIAPPONE

Sono Tokuda è una violinista giapponese residente ad Amburgo, in Germania.

Dal 2006, Sono è membro dei primi violini dell’orchestra NDR Elbphilharmonie. Inoltre, si esibisce regolarmente come ospite in varie orchestre ed ensemble europei, come la Chamber Orchestra of Europe, la Lucerne Festival Orchestra e la Mahler Chamber Orchestra. Grazie a queste diverse esperienze concertistiche, Sono ha imparato diversi modi di fare musica e ha sviluppato la sua sensibilità musicale. La passione per la musica da camera ha portato Sono a una vita concertistica varia e ricca. Nel corso degli anni ha sviluppato amicizie musicali che l’hanno portata a suonare in varie formazioni in festival in Europa e in Asia…

Continua a leggere

Nata a Tokyo, Sono è cresciuta in Giappone e in Germania. Ha ricevuto le prime lezioni di violino all’età di quattro anni a Monaco di Baviera con il metodo Suzuki. A undici anni è diventata studente junior all’Università delle Arti di Berlino sotto la guida del Prof. Koji Toyoda. Tra i suoi principali insegnanti si ricordano Rainer Kussmaul e Kolja Blacher. Ha una predilezione per la l’esecuzione storica della musica antica e il lavoro con strumenti originali l’ha portata a realizzare diversi progetti.

Oggi Sono è mentore presso l’Accademia dell’Orchestra della NDR Elbphilharmonie, e supporta gli studenti dell’accademia nel loro sviluppo musicale.

Sono suona un violino di Stefano Scarampella, Mantova, 1900, e un violino barocco di Mittenwald, del 1750.

Jonas Villegas Sciara

VENEZUELA

Inizia a suonare il contrabbasso con El Sistema Nacional de Orquestas de Venezuela nel 2006 sotto la guida di Marcos Calzadilla. Nel 2010 entra al Conservatorio de Música Simón Bolívar di Caracas dove studia con Nestor Blanco e Jose Lopez. Nello stesso anno vince il concorso ed entra a far parte dell’Orchestra Teresa Carreño de Venezuela, con cui realizza diverse tournée esibendosi a Bonn, Stoccolma, Monaco, Lisbona, Istanbul, Vienna (Konzerthaus), Berlino (Philharmonie), Madrid, Londra, Amsterdam (Concertgebouw), nel Liechtenstein, ad Amburgo, Toulouse, Stavanger, sotto la bacchetta di direttori del calibro di Gustavo Dudamel, Simon Rattle, Diego Matheuz e Christian Vásquez. Con la medesima orchestra suona nell’ambito di importanti festival, tra cui i Salzburger Festspiele e il Beethovenfest Bonn…

Continua a leggere

Nel 2014, per proseguire i suoi studi e affinare maggiormente le sue abilità di musicista, si trasferisce a Lugano per studiare con Enrico Fagone presso il Conservatorio della Svizzera italiana. Da allora ha collaborato con diverse orchestre tra cui: Orchestra della Suisse Romande, Gstaad Festival Orchestra, Orchestra Leonore, Spira Mirabilis, Sinfonia Engiadina, Colibrì Ensemble.

Partecipa inoltre a masterclasses con Klaus Stoll, Stefano Sciascia, Christine Hook, Diego Zecharies, Dariusz Mizera, Vanni Moretto, Korneel Le Compte, Matthew McDonald, Bret Simmer, Tim Cobb, Nabil Shehata.
Nel maggio del 2018 vince il concorso come Sostituto primo Contrabbasso presso l’Orchestra della Svizzera italiana.
Si è esibito in qualità di camerista con musicisti come: Martha Argerich, Sol Gabetta, Louis Lortie… E ha suonato in veste di solista accompagnato dall’ Orchestra della Svizzera Italiana in una serie di concerti in Svizzera.
Nel 2019 gli viene conferito in Italia il premio internazionale “Carlo Capriata”.
Nel settembre 2020 vince il concorso come Primo Contrabbasso solista presso l’Orchestra della Svizzera Italiana, ruolo che tuttora ricopre.

Fin da giovanissimo affianca all’attività concertistica quella didattica e negli ultimi anni è assistente della classe di contrabbasso del Maestro Enrico Fagone presso il Conservatorio della Svizzera Italiana.

Danusha Waskiewicz

GERMANIA

Danusha Waskiewicz ha appreso la sua arte da grandi musicisti e musiciste. Ha studiato con la professoressa Tabea Zimmermann e ha suonato sotto la direzione di Claudio Abbado nell’Orchestra giovanile Gustav Mahler, nella Filarmonica di Berlino e come Prima Viola dell’Orchestra Mozart dal 2004. Nel 2010 è entrata nell’Orchestra del Festival di Lucerna…

Continua a leggere
Sempre sotto la direzione di Abbado, ha registrato la Sinfonia Concertante di W.A. Mozart con il violinista Giuliano Carmignola e l’Orchestra Mozart, pubblicata con Deutsche Grammophon. Nel 2008, ha pubblicato con l’etichetta Euro Arts la performance dei Brandenburgischen Konzerte. La sua ultima registrazione pubblicata come solista è quella del Concerto per Viola e Orchestra di Béla Bartòk. Con l’etichetta discografica Harmonia Mundi, invece, ha pubblicato diverse performance con la violinista Isabelle Faust.
Lavorare con numerosi musicisti talentuosissimi arricchisce da sempre la vita musicale di Danusha Waskiewicz.
La musica da camera è diventata il suo centro di gravità musicale. Come membro del rinomato Quartetto Prometeo, Danusha si cimenta con le meravigliose composizioni di musicisti di epoche passate – il quartetto d’archi rappresenta da secoli una sfida speciale. Tuttavia, anche la musica contemporanea fa parte della quotidianità del Quartetto, che spinge sempre più in là i propri limiti e dà alla violista degli stimoli sempre nuovi. Questa esperienza è particolarmente rilevante per la sua arte.
Con ardeTrio, invece, Danusha Waskiewicz si mette alla prova con il suono affascinante del tango, in formazione con Marcus Däunert al violino e il musicista di origine argentina Omar Massa. Il suono della sua fisarmonica si amalgama meravigliosamente a quello della viola e del violino; l’intensità della loro musica è un tuffo alla scoperta di una cultura diversa.
Da lungo tempo, Danusha Waskiewicz suona in duo con il pianista italiano Andrea Rebaudengo. I due si sono conosciuti in Italia e si sono esibiti insieme in innumerevoli, splendidi programmi, che includono dalla musica classica a quella romantica, fino a folklore, chansons e opere composte da loro stessi.
Con la nuova formazione del Dragonfly Duo, Danusha Waskiewicz si apre a una sfera completamente nuova insieme alla violoncellista irlandese Naomi Berrill. Nella loro musica, la viola e il violoncello si mischiano alle voci delle due musiciste – una dimensione completamente nuova della concentrazione e del fare musica insieme. Le musiciste rielaborano e rendono proprio il più classico dei programmi così come le Goldbergvariationen di J.S. Bach, portando una luce nuova su queste incredibili composizioni e creando un’esperienza nuova per sé stesse e per il pubblico.
Danusha Waskiewicz condivide questi suoi nuovi orizzonti musicali con giovani musicisti e musiciste presso masterclass, corsi di perfezionamento e il Progetto Avos a Roma, dove insegna regolarmente.

Miguel A. J.Vallenilla

VENEZUELA

Nato a Caracas, inizia lo studio di contrabbasso nell’ambito della rete statale venezuelana di orchestre giovanili (Fundación del Estado para el Sistema Nacional de las Orquestas Juveniles e Infantiles de Venezuela), il famoso “El Sistema” istituito da José Antonio Abreu. Si è poi diplomato presso il Conservatorio di Musica Simón Bolívar a Caracas con il Maestro Nestor Blanco. Ha Conseguito il Master in Performance presso il Conservatorio della Svizzera Italiana nella classe del Maestro Enrico Fagone. 

Continua a leggere

In Venezuela ha suonato presso l’Orquesta Sinfónica de Chacao, Orchestra Sinfonica Teresa Carreño e la Orquesta Sinfónica Simón Bolívar, con la quale ha partecipato a diverse tournée in America Latina, Stati Uniti ed Europa. In Europa, ha fatto parte di diverse compagini, come l’Orchestra da Camera di Lugano, l’Orchestra di Fiati della Svizzera Italiana, l’Orchestra Sinfonica della Versilia, la United Soloists Orchestra, la Human Rights Orchestra e con l’Ochestra della Svizzera Italiana. Ha partecipato come solista a concerti con la Orchestra Sinfonica Giovanile Ezequiel Zamora e l’Orchestra di Camara di Lugano.